19 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 18:23:13

Provincia di Taranto

Crisi a San Giorgio, l’Idv chiede chiarezza al Sindaco

Dopo il congelamento delle deleghe del Pd il consigliere Pisanello critica: "Non rimaniamo fermi a discutere"


SAN GIORGIO – La crisi scoppiata tra Partito democratico e sindaco Giorgio Grimaldi si ripercuote inevitabilmente sull’attività politico-am ministrativa della città.

Anche il consigliere comunale dell’Idv, Luciano Pisanello sembra scontento del freno che da mesi il Pd ha posto alla maggioranza criticando duramente le scelte del primo cittadino.

Un documento che continua a far discutere e che mina la tenuta dell’amministrazione Grimaldi.


In queste ore il sindaco starebbe discutendo con i responsabili locali del Pd per cercare di risolvere la querelle che nell’ultimo fine settimana è sfociata nel congelamento da parte dei democratici delle deleghe agli assessori al vice sindaco Cosima Farilla ed all’assessore all’Urbanistica Antonio Radicchio.

Per domani è in programma una riunione di giunta come da routine, che sarà banco di prova per la maggioranza. “Una maggioranza che continua a discutere di ufficio tecnico e null’altro” critica intanto il consigliere Luciano Pisanello dell’Idv che già all’indomani del documento politico del Pd si pose in maniera equidistante tra i protagonisti della querelle.

“Qui a San Giorgio – commenta oggi – esiste un’opposizione inesistente che scrive sui giornali attaccando ora questo ora quello, senza, però, fare alcuna proposta risolutiva sui problemi veri, quelli che quotidianamente assillano la gente. Per quanto riguarda la maggioranza ritengo che non si possa rimanere fermi a discutere di ufficio tecnico, perchè le cose da fare sono tante. E’ ora quindi, che il sindaco faccia chiarezza su questa situazione e ci dica  apertamente cosa intende fare”.

Una situazione esplosiva quella che si è venuta a creare nelle stanze di Palazzo di Città, con un ufficio tecnico preso di mira dal Pd che ne chiede la riorganizzazione; il segretario generale pronto a lasciare il posto vista la grande confusione esistente; il sindaco che vede traballare la sua poltrona se non troverà un punto di incontro col Pd; il resto della  maggioranza che ovviamente chiede chiarezza ed un’opposizione pronta a puntare l’indice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche