14 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 08:14:58

Provincia

La sinistra fa quadrato attorno a Grimaldi: vai avanti

In piazza amministratori, onorevoli, consiglieri regionali e sindaci per mostrare solidarietà al primo cittadino dopo il secondo attentato


SAN GIORGIO – “Lottiamo insieme”. Così ieri mattina il sindaco Giorgio Grimaldi durante il sit in organizzato dalla sua amministrazione in segno di solidarietà dopo che,per la seconda volta a distanza di un anno, è stato vittima di un attentato. Una settimana fa un pneumatico è stato dato alle fiamme davanti al suo portone di casa, bruciandolo.

“Ero pronto a mollare – ha ribadito ieri mattina – ma le tante attestazioni di solidarietà avuta finora ed  oggi anche questa manifestazione mi danno la forza di andare avanti”.


“Vai avanti” hanno detto molti  ieri mattina. In piazza San Giorgio si sono riuniti in tanti. Assessori comunali, consiglieri e anche esponenti del centrosinistra provenienti dal resto della provincia.

C’erano il sindaco di Statte e candidato alla segreteria provinciale del Pd, Angelo Miccoli, gli ex assessori provinciali del Pd Giampiero Mancarelli e Luciano Santoro; i consiglieri regionali Anna Rita Lemma e Cosimo Borraccinio rispettivamente del Pd e di Sel; l’on. Donatella Duranti; i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi di San Giorgio; il rappresentante di Sel di Carosino, Massimiliano Cinque e tanti altri.

Non c’erano invece esponenti dell’opposizione e del centrodestra.

“Doveva essere una manifestazione di solidarietà e soprattutto di condanna verso atti vili come quello subito dal sindaco – ha commentato il capogruppo di Sel, Vincenzo Mingolla il primo a prendere la parola – Oggi non ci sono bandiere o colori politici che devono distinguerci di fronte alla lotta per la legalità”.

“Siamo vicini a Giorgio ed alla sua comunità – ha detto Anna Rita Lemma – vai avanti Giorgio siamo con te”.

“Quello che è successo – ha aggiunto Donatella Duranti –è accaduto a tutti. E’ per questo che nel segno della sicurezza e della legalità io faccio appello alle forze dell’ordine”.

“Sono qui perché Grimaldi continui a fare l’amministratore serio, competente ed onesto qual è – sono statel le dichiarazioni di Angelo Miccoli – Gli amministratori non vanno lasciati soli e noi non lasceremo solo il sindaco di San Giorgio”.

“Nelle scuole l’educazione alla legalità è una priorità” ha puntualizzato il preside Di Comite.

“Mi sembrava doveroso essere qui oggi per dimostrare solidarietà  verso il sindaco Grimaldi – ci dice a microfoni spenti Luciano Santoro – Sono qui come partito e come persona e credo che oggi fare il sindaco, anche per via della peggiore cristi del nostro paese, ti esponga a situazioni difficili. Fenomeni di arroganza, viltà vanno combattuti e respinti”.

“La vicinanza ad un sindaco in questo momento – chiosa Mancarelli – è doverosa perché gli amministratori locali sono in trincea e si trovano anche a subire fatti che lasciano sconvolti. Sono vicino agli amministratori locali ed a Giorgio che politicamente mi ha cresciuto”.

Ed a proposito di formazione politica in piazza ieri mattina c’era anche Cosimo D’Ippolito, già sindaco di Roccaforzata negli anni cinquanta. Un pilastro per la sinistra e per il Pd di oggi. “La sua presenza oggi qui  – ci confessa il sindaco Grimaldi – mi da la forza per andare avanti. E’ il compagno più anziano del Pd e la sua stima e spinta è importante per me”. “Purtroppo – ammette D’Ippolito – attentati sono scritti nella storia della politica da sempre e vanno sempre e comunque condannati. Sono qui per dimostrare che la lotta è continua e non dobbiamo mai mollare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche