17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 22:58:00

Provincia di Taranto

Strada Regionale 8, ecco cosa cambia

Presentato in commissione Lavori Pubblici il progetto revisionato della Litoranea interna che ora passerà al vaglio del Consiglio


MANDURIA – Un passaggio nella commissione Lavori Pubblici prima dell’approvazione in consiglio comunale. Il progetto della Regionale 8 è stato esaminato nei giorni scorsi dalla seconda commissione presieduta da Silvano Trinchera.

Una riunione a cui è stato invitato a partecipare anche l’ing. Angelo Cimini, progettista di quella che è essenzialmente la Litoranea interna che collegherà Avetrana con Taranto, passando anche per Manduria.


Il progetto si è incagliato in Regione dopo che il comitato per il rilascio dell’autorizzazione ambientale ha contestato alcuni progetti che impatterebbero il territorio. Ecco il perchè il progetto è stato rivisitato ed è stato concesso ai Comuni tempo per presentare le dovute osservazioni. Manduria non lo ha ancora fatto ed è per questo che ha chiesto all’ingegner Cimini di illustrare le modifiche eseguite sul progetto originario.

E’ stato così possibile verificare che, la versione aggiornata del progetto definitivo prevede un minimo impatto sul territorio, in quanto la attuale strada interna verrà allargata da 6 a 9 metri, non sono più previste le nuove controstrade ma solamente strade minori esistenti, per le quali si prevedono solamente muretti a secco e piantagioni autoctone; inoltre, aspetto giudicato molto qualificante, la strada litoranea interna, nel tratto che attraversa il Parco del litorale orientale, con la foce del Chidro, rimarrà intatta senza alcun allargamento; sempre nel progetto esaminato è stata prevista una serie di mitigazioni all’interno del Parco naturale che prevedono: la soppressione dell’attuale ponte sulla foce del Chidro lungo la attuale litoranea, la creazione di due parcheggi ecocompatibili prima e dopo la stessa foce, la creazione di percorso ciclopedonale lungo il Parco con attraverso dell’alveo del fiume Chidro in zona interna con ponte in legno.

Dai commenti che sono stati esternati da alcuni componenti della Commissione, sembra che si possa prevedere un positivo orientamento della Commissione in merito al progetto presentato, anche se l’ultima parola spetterà, dal punto di vista istituzionale, al Consiglio Comunale di Manduria. Sta di fatto che la Provincia di Taranto attende che tutti i Comuni interessati a questo progetto, tanto strategico dal punto di vista territoriale, quanto complesso come procedimento dal punto di vista tecnico-amministrativo, forniscano i pareri di competenza. Dall’elenco mancherebbero ancora, oltre a Manduria, Pulsano e Torricella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche