12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Provincia

“Arlotta”: Taranto ora rilancia la battaglia

La Commissione Attività Produttive riunisce lunedì sindaci, parlamentari, consiglieri e assessori regionali per discure dello svilluppo dello scalo


GROTTAGLIE – Il futuro dell’aeroporto Arlotta e dell’intero arco ionico.

Questo il tema della commissione Attività Produttive del Comune di Taranto che il presidente Filippo Illiano ha convocato per lunedì 18 novembre prossimo alle 9.

Un incontro allargato a tutti gli enti e autorità interessate ai lavori che riguardano lo scalo ionico.


Oltre al sindaco Stefàno, sono invitati i consiglieri comunali, i parlamentari ionici, i consiglieri regionali tarantini e l’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, i sindaci di Grottaglie e Monteiasi, il commissario prefettizio del Comune di Carosino, il presidente della Camera di Commercio, il commissario straordinario della Provincia di Taranto, gli assessori ed i tecnici del settore Attività Produttive del Comune ionico, nonchè le associazioni ed i comitati nati in difesa dell’Arlotta.

Allo scalo ionico la Regione, nel nuovo piano dei trasporti, ha assegnato una destinazione cargo, ma molte associazioni si sono già riunite e sono scese per strada per chiedere che quella che è la pista più lunga del Mezzogiorno venga utilizzata anche per i voli civili.
Tra sogno e realtà, dunque, lunedì la commissione del presidente Illiano sarà chiamata a discutere di quello che si può e si deve fare per dotare il territorio tarantino, già afflitto da innumerevoli problematiche, di un’infrastruttura che possa contribuire alla sua ripresa.

Si discuterà di strade e collegamenti che rendano agevoli gli scambi tra porto, stazione e aeroporto. Si discuterà di destinazione cargo, ma anche di voli civili. Insomma un tavolo tecnico-politico che, per l’ennesima volta, metterà a confronto i diversi attori della storia di un aeroporto che pur avendo le potenzialità per decollare, incontra ancora troppi freni e ostacoli.

Sarà la volta buona?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche