31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 22:04:00

Provincia di Taranto

Massafra, chiesta la revoca per i rifiuti

Il Consiglio comunale all’unanimità ha approvato un ordine del giorno con il quale respinge la decisione dell’Oga sui conferimenti


MASSAFRA – Il consiglio comunale chiede la revoca dell’ordinanza con la quale il sindaco Martino Tamburrano, in qualità di presidente dell’Oga, ha autorizzato il conferimento dei rifiuti prodotti nei 17 Comuni del versante orientale nella discarica di Massafra.

Seduta fiume ieri sera dalla quale è scaturito in ordine del giorno approvato all’unanimità dei presenti. Sott’accusa la scelta del primo cittadino di firmare l’ordinanza.


“Mi sono opposto a quella decisione – ha detto in aula il sindaco – imponendo comunque una limitazione del periodo di conferimento a 60 giorni”.

“La mia ordinanza -ha aggiunto – serve a disciplinare il comportamento del concessionario, mentre è l’Oga Ato che determina l’autorizzazione. Al Prefetto chiederei le dimissioni del sindaco di Manduria per le sue responsabilità amministrative”.

L’ordinanza è scaturita dopo che dalla città messapica l’amministrazione si è rifiutata di ordinare ai 17 Comuni il conferimento in deroga dei rifiuti nella discarica, esaurita, di Manduriambiente.

Da qui la necessità per i Comuni del versante orientale di trovare un sito alternativo. La discarica di Massafra e sembrata quella più idonea a risolvere un problema che rischia di far scoppiare un’emergenza di natura igienico-sanitaria proprio in quei territori che in passato, in occasione delle emergenze scoppiate in Campania e nel Salento hanno, nel segno della solidarietà, aperto i cancelli delle discariche limitrofe.

Una solidarietà che fu chiesta a loro da Vendola. Una solidarietà che ora loro chiedono a Massafra.

La patata bollente è tutte, dunque, nelle mani del sindaco Tamburrano che si trova tra due fuochi: da un parte ci sono i sindaci dell’ex Ato Ta/3 che vogliono sapere dove mandare i rifiuti e dall’altra c’è il suo consesso cittadino che blocca i conferimenti a Massafra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche