Provincia

“Pagheremo 268 euro in più”

Sott’accusa finisce il bilancio approvato giovedì scorso. La lente di ingrandimento di Nuova Pulsano sui costi


PULSANO – Per le famiglie un salasso da 268,77 euro.
E’ l’ammontare delle imposte e tasse applicato con l’ultimo bilancio approvato dal consiglio comunale il 12 dicembre scorso.
La lente di ingradimento di Nuova Pulsano porta in vista un prelievo da tre milioni di euro che costerà ad ogni cittadino un +49,7% della pressione fiscale, tra Tares ed Imu.
“L’accensione del mutuo di oltre 5 milioni di euro della cassa depositi e prestiti” per il portavoce del gruppo di opposizione Emiliano D’Amato pur salvando l’amministrazione comunale dal dissesto, non abbatte la stangata per i cittadini.


“Anzi – dice – mi fa sorgere dubbi sulla quadratura di bilancio avvenuta negli anni passati. Dubbi legati alla esigibilità di crediti e spese avvenute senza controllo come si evince da ben 590mila euro spesi per incarichi legali e quasi 800mila euro di maggiori servizi che di fatto non sono visibili agli occhi dei cittadini. Senza contare un ammontare di debiti fuori bilancio pari a circa 800mila euro. Il mutuo, però, pur risolvendo momentaneamente il rischio di bancarotta, condanna Pulsano ed i pulsanesi a 30 anni di interessi passivi con conseguente aumento della rigidità di bilancio che passa dal 6% per il 2012 al 57% per il 2013”.
In altre parole l’amministrazione, con questi conti, potrà effettuare solo la normale amministrazione.
Addio, quindi, a progetti e miglioramenti.
Per D’Amato in bilancio, invece, figurano voci di spesa che riguardano costi esosi per la gestione dell’acqua e dei servizi per la piscina comunale e quelli degli asili nido.
“Come gruppo consiliare di Nuova Pulsano – dichiara il capogruppo – abbiamo ritenuto opportuno esprimerci con un voto contrario all’approvazione del bilancio di previsione che mette in evidenza tutti i limiti politici e gestionali dell’amministrazione Ecclesia e che condannano Pulsano ad un futuro grigio e a rischio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche