Provincia

Saldi al via. Domenica negozi aperti


MARTINA F. – Il Natale non ha riservato grandi sorprese nemmeno per il commercio martinese. Un po’ tutti i settori hanno subito gli effetti della crisi. La speranza di un recupero in fatto di vendite è nel prossimo week end quando cominceranno i saldi. Anche in Valle d’Itria dal 5 gennaio i prezzi dei prodotti saranno scontati secondo le disposizioni previste. E si prevedono negozi affollati.

“E’ innegabile che quello appena trascorso è stato un Natale in chiaroscuro – dichiara il presidente della delegazione locale di Confcommercio, Roberto Massa – speriamo quindi nei saldi. Ritengo che la partenza sarà abbastanza positiva, come d’altronde capita ormai da tempo”. Sono diversi anni infatti che esiste una certa proponsione ad attendere l’avvio dei saldi per effettuare gli acquisti. “Quest’anno il fenomeno è più accentuato – sottolinea Massa – per effetto delle fucilate che stanno danneggiando la proponsione al consumo. Gli annunci del governo Monti hanno alimentato una sorta di paura alla spesa. Una paura che abbiamo registrato anche a Martina dove i cali in fatto di spesa hanno interessato un po’ tutti i settori. Le previsioni nazionali hanno disegnato, più o meno, la tendenza anche in Valle d’Itria”. In queste festività, cioè, sono calate le vendite sia nel settore alimentare che in quello dell’abbigliamento e delle calzature. Anche l’ellettronica e la telefonia hanno subito un calo rispetto al passato, seppure minore confrontato con gli altri. Si spera, dunque, che i saldi possano risollevare il commercio e per questo i negozi resteranno aperti sia il giorno dell’Epifania che domenica 8 gennaio. In previsione sarà concessa facolta di apertura anche per domenica 15 gennaio. “Viviamo nell’epoca delle deregulation – insiste Massa – quindi è concessa a tutti libertà di apertura domenicale”. Ma per far sì che l’avvio dei saldi sia davvero positivo la Confcommercio sta pensando di organizzare anche eventi di intrattenimento. “Aspettiamo di conoscere le previsioni metereologiche – fa sapere il presidente Massa – per poter ufficializzare le iniziative”. Dovrebbe trattarsi, comunque, di spettacoli musicali di piazza.

Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche