Provincia

Miroglio, i lavoratori ai Sindaci: “Acquisite i capannoni”

Sindacati e gli ex dipendenti impegnati sul fronte della salvaguardia del lavoro


GINOSA – I lavoratori ex Miroglio non sono disposti a scrivere la parola fine. Non si arrendono e tornano a sollecitare gli amministratori locali.

“Il nuovo anno vedrà ancora una volta sindacati e gli ex lavoratori impegnati sul fronte della salvaguardia del lavoro. Il 2013 appena passato è stato l’anno delle illusioni e delle disillusioni, delle soluzioni che erano date per certe e di quelle che invece sono sparite. Ma il problema rimane e non si può pensare di smettere di lottare per vedere riconosciuti i propri diritti. Dal primo gennaio 2014 è terminato l’accordo con la Miroglio che costringeva la società piemontese a rimanere ancorata al territorio, mantenendo la proprietà degli stabilimenti. Ora la strada si fa ancora più in salita e per questo chiediamo, con forza e determinazione, che le amministrazioni, dalla Regione ai Comuni, si stringano ancora più fortemente intorno ai lavoratori, alle loro famiglie e alle comunità di Ginosa, Laterza e Castellaneta. Con gesti concreti”.

L’appello dei lavoratori riguarda gli impegni assunti dai Comuni di Ginosa e Castellaneta: “Non possiamo permettere che i capannoni che ospitavano i laboratori della Miroglio a Ginosa vengano persi. Chiediamo che le promesse vengano mantenute e che, quindi, i capannoni diventino al più presto acquisiti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche