27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 06:58:00


MARTINA F. – Locorotondo spenderà 80mila euro annuo contro il milione e mezzo che il Comune di Martina Franca ha destinato alla riscossione dei tributi per il prossimo triennio. Ma non c’è paragone sul numero di abitanti? osserverà qualcuno. Eppure la differenza è abissale, perché se è pur vero che Martina conta il doppio di abitanti di Locorotondo è anche vero che ripartendo il milione e mezzo nei tre anni, il costo annuo sarebbe di circa mezzo milione di euro contro i 160mila euro che, invece, volendo raddoppiare il numero di abitanti di Locorotondo questo Comune spenderebbe.

Il dato non è passato inosservato al consigliere uscente Udc, Franco Mariella che si era già fatto promotore di una richiesta di sospensione del bando di gara che il commissario ha avviato per l’affidamento del servizio di riscossione ordinaria della Tarsu e dell’Ici. “L’apertura delle buste era prevista per il 21dicembre scorso, rinviata al 29 dello stesso mese, è stata ulteriormente rinviata al 12 gennaio” osserva Mariella ricordando che il consiglio comunale si è espresso più volte per effettuare la riscossione dei tributi all’interno con l’utilizzo dell’F24. “In un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo – insiste l’ex Udc – va posto un freno alla spesa incontrollata dei Comuni. I Comuni viciniori lo stanno facendo a 360 gradi (oramai ci hanno superato in tutto). E’ opportuno che quella gara, visto che le buste non sono state ancora aperte, non venga portata a termine e che si ripensi a tutto il sistema dell’attività primaria del Comune, cioè quello dell’acquisizione delle risorse”.

Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche