22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 14:59:00

GROTTAGLIE – Subito la convocazione della coalizione o se ne tirano fuori. E’ l’ultimatum che, per mezzo di una lettera aperta, il coordinatore di Api, Massimo Carrieri, inoltra al sindaco Ciro Alabrese ed ai componenti della coalizione “Grottaglie oltre” uscita vittoriosa dalle urne della scorsa primavera. Una lettera garbata che, però, riserva un messaggio chiaro. Api si sta muovendo per la costituzione del Terzo Polo anche nella città della ceramica e questo non è certamente un segreto, tanto più che uno dei leader del partito è l’ex sindaco Raffaele Bagnardi, ma Api ha partecipato alle scorse elezioni al fianco della coalizione che oggi dovrebbe reggere l’amministrazione comunale.

Dovrebbe perchè, in questi ultimi mesi, alcuni scossoni l’avrebbero dissolta. L’Udc non ha più dei propri rappresentanti in consiglio. In tre si sono dichiarati indipendenti e dal gruppo dei Cattolici per il Sociale si è ufficialmente dissociato il suo fondato, ovvero lo stesso Bagnardi. ““La proposta di riprendere il Tavolo politico della coalizione “Grottaglie oltre” – scrive Carrieri – non lo nascondiamo, significa al momento, per noi, anche l’occasione di verificare se quell’assemblea di partiti e movimenti civici, ancora oggi ha valore e può reggere. E cioè, se quelle stesse forze politiche, che portarono alla conferma e vittoria elettorale nel 2011 il centrosinistra a Grottaglie, sono ancora in grado di impegnarsi fattivamente e possono disegnare il futuro, attraverso azioni precipue, concrete e risolutive”. Il tavolo che chiedono dovrebbe servire a discutere “senza ulteriori indugi o scuse” di alcuni tra gli argomenti portanti del dibattito pubblico locale: la costituzione delle consulte, proposta proprio da Api e che sarebbe boccata in commissione; la pianificazione della medicina ospedaliera (“in attesa che la Rappresentanza e Conferenza dei Sindaci si decidano a pretendere dalla Asl il nuovo Piano Attuativo Locale, per il prossimo triennio); la pianificazione infrastrutturale e strutturale integrate, nel Distretto della logistica (a seguito della pianificazione propedeutica approvata nel 2009 e attuata fino al primo semestre del 2011); il dimensionamento scolastico comunale, nel cui contesto occorre salvaguardare l’autonomia del Liceo Artistico “Vincenzo Calò”; la pianificazione del sistema aeroportuale (merci e passeggeri) e il piano regolatore di sviluppo retroportuale. Una convocazione urgente “in tempi molto brevi” e cioè nel giro di una settimana o Api e quindi anche il Terzo Polo potrebbe non considerare più il resto del centrosinistra grottagliese un alleato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche