15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Provincia

Dopo la diffida regna il caos


MARTINA F. – E’ in preparazione la bozza del regolamento che un gruppo di artisti sta predisponendo per disciplinare il settore del trattenimento in città. All’indomani della diffida inoltrata dai dirigenti comunali ai gestori dei locali pubblici martinesi su orari e regole da osservare, il dibattito nel mondo del popolo della notte è stato animato. Ne parliamo oggi con Donatello, detto Dido, Angelini, direttore artistico dell’associazione culturale Eventus che in 5 anni ha organizzato oltre 160 concerti.

Dido, la diffida del Comune è caduta in coincidenza con le festività natalizie e quindi con tutta una serie di eventi che i gestori stavano organizzando per l’occasione. Come hai preso la notizia? “Premetto che non sono contrario alla regolamentazione del settore, anzi ricordo che qualche anno fa avevamo fatto presente le difficoltà di adattarsi ad un testo, il Tulps del 1931, anacronistico. Agli amministratori chiedemmo un regolamento ad hoc. L’allora amministrazione Conserva, però, andò a casa e la gestione del sindaco Palazzo è stata caratterizzata da altri problemi. Oggi, la presenza del commissario ci consente di snellire l’iter e quindi ritengo sia il momento migliore per portare avanti un disciplinare che, in maniera concordata con chi vive il settore, possa meglio stabilire orari e regole a cui tutti dovranno attenersi”. Come è andata in questi giorni? “Dopo la diffida regna il caos, perchè va chiarito che interrompere la musica a mezzanotte non significa chiudere i locali”. Che vuoi dire? “Che chi effettua i controlli non deve mandare tutti a casa a discapito di un settore trainante per l’economia martinese. E’ accaduto il 27 dicembre in un locale della città”. Qual è la tua proposta? “Concedere la possibilità di poter fare un evento a settimana, naturalmente con tutte le autorizzazioni e certificazioni necessarie”.

Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche