20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Provincia

Cemerad. Tutto pronto per il bando


STATTE – E’ ormai conto alla rovescia per l’avvio degli interventi di bonifica nell’ex Cemerad alle porte della città. Il bando per la caratterizzazione dei 14mila fusti contententi materiale radioattivo dovrebbe partire entro fine mese. Per il 23 gennaio il Comune ha già fissato la conferenza di servizi da cui dovrebbe partire il via libera alla pubblicazione del bando di gara. Manca, infatti, un ultimo parere al progetto definitivo che dagli uffici comunali è già stato predisposto.

Alla conferenza di servizi che si terrà in Comune sono stati invitati a partecipare l’Arpa, l’Asl, lo Spesal, la Prefettura ed i Vigili del Fuoco. Sarebbe infatti di questi ultimi il parere mancante perchè si possa mettere finalmente la parola fine a decenni di scempio e di pericolo ambientale. La Cemerad rappresenta una bomba ecologica per il territorio di Statte che da anni ormai denuncia una situazione inaccettabile. Un primo intervento ha permesso di liberare l’area esterna dai fusti, ma nei capannoni sono accatastati, anche in maniera pericolante, migliaia di fusti che, con una procedura specifica e puntuale, vanno selezionati e smaltiti secondo le norme. L’intervento verrà seguito da un esperto dell’Asl che è stato nominato recentemente. C’è già un finanziamento della Provincia di circa 1.500.000 euro che consentirà finalmente la messa in sicurezza di un sito che ha alimentato la polemica degli ambientalisti, E’ del 22 dicembre scorso l’ennesimo sit-in davanti agli uffici comunali. Fu in quell’occasione che l’assessore all’Ambiente, Vincenzo Chiarelli annunciò tempi brevi per il bando. Tempi che dipendono, ora, solo dai Vigili del Fuoco. Il progetto preliminare aveva ottenuto il benestare dei pompieri, ora però serve l’ufficialità sul definitivo. “Attendiamo la conferenza di servizi per conoscere l’ultimo parere – afferma l’assessore Chiarelli -e poi potremo dare il via al bando per il quale intendiamo applicare una procedura accelerata in modo da far partire quanto prima l’intervento di caratterizzazione dei fusti”.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche