28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 19:53:45

Provincia

Il Comune riparte, bandi e assunzioni


MARTINA – Un regolamento per “arruolare” nuove risorse umane negli uffici comunali. E’ il primo dei due nuovi importanti regolamenti varati dal commissario straordinario di Martina Franca, Sandro Calvosa. Le novità sono state approvate nella seduta del 12 gennaio 2012, durante la quale il commissario ha deliberato l’approvazione di due importanti provvedimenti comunali. Il primo è un regolamento sull’organizzazione degli uffici e dei servizi. Si tratta di una novità con la quale potranno partire, a breve, i bandi per la costituzione dell’organismo di valutazione interno (Oiv), nonchè per la copertura dei posti vacanti, dirigenziali e non, previsti nell’attuale programmazione del fabbisogno del personale approvata dal Commissario.

Il regolamento, aggiornato alla riforma cd. Brunetta del 2009, è stato varato definitivamente dopo che la delegazione trattante di parte pubblica ha accolto la richiesta di concertazione da parte delle organizzazioni sindacali, che “hanno dato un costruttivo e positivo contributo alla conclusione dell’iter ed a cui l’amministrazione rivolge i propri ringraziamenti”. A darne notizia è infatti la stessa amministrazione, pubblicando la novità anche sul sito internet del Comune. “Il regolamento è stato approvato – si legge sul sito internet del Comune – in attesa che con il nuovo bilancio sia definita la nuova programmazione del personale nel triennio 2012-2014 di concerto con le organizzazioni sindacali, al fine di assicurare migliori e/o nuovi servizi alla collettività a fronte di una dotazione organica effettiva al momento inferiore di circa 2/3 rispetto a quella che il rapporto popolazione/dipendenti richiederebbe”. Negli ultimi tempi si sarebbero infatti registrati numerosi pensionamenti, sottraendo ulteriori risorse umane alla “macchina organizzativa” comunale. Inoltre, è stato anche approvato il regolamento sul comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, che dovrà essere reso operativo nei prossimi mesi, sempre con il contributo delle organizzazioni comunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche