20 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 07:42:14

Provincia di Taranto

Discarica e depuratore. In strada per difendere “salute e ambiente”

Conto alla rovescia per la manifestazione di domenica organizzata dal comitato AttivaLizzano


LIZZANO – E’ conto alla rovescia per la manifestazione di domani organizzata dal comitato AttivaLizzano.

Un incontro nella piazza IV Novembre nel pomeriggio da cui muovere, poi, un corteo di protesta. L’obiettivo è difendere il territorio e la salute dei lizzanesi.

“Per la nostra aria, per la nostra vita”. E’ lo slogan della manifestazione che prenderà il via alle 15,30. 

Il raduno nella piazza antistante la Chiesa Madre. Qui saranno letti i temi dei ragazzi delle scuole cittadine a cui è stato chiesto di raccontare esperienze e giudizi sull’aria che si respira a Lizzano. I cattivi odori sono il tormentone della città. Puntualmente quando spira vento di scirocco il paese viene invaso dalla puzza. La gente è costretta a chiudere le finestre anche durante il periodo estivo. Una situazione diventata intollerabile e che ha mosso la protesta e le paure dei residenti.

“I cittadini di Lizzano – evidenziano dal comitato – continuano la propria mobilitazione per una vita dignitosa vissuta nella libertà e nel rispetto per la salute, dopo gli importanti passi compiuti con il sequestro preventivo della discarica Vergine spa e del depuratore”.

Due interventi che finora hanno dato ragioni ai lizzanesi autori delle proteste sia per quanto riguarda l’emissione di cattivi odori che la presenza di chiazze nel canale Ostone Li Cupi che scarica a mare le acque del depuratore consortile.

“I bambini, i ragazzi e gli adulti di Lizzano  – chiarisce il presidente del comitato, Angelo Del Vecchio – non pretendono l’impossibile, ma vogliono solo poter respire, giocare, lavorare nella propria terra. Faccio appello a tutti coloro che hanno a cuore la salute e l’ambiente affinchè partecipino a questa iniziativa che è fuori da ogni schema politico. Non abbiamo invitato personaggi pubblici che finora ci hanno deluso. Non vogliamo altre false promesse. Sono benvenuti gli slogan e gli strischioni per la nostra aria, ma non i simboli di partiti”.

L’invito è stato allargato a tutti i Comuni limitrofi, da San Giorgio a Torricella per “continuare a respirare”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche