21 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2020 alle 16:38:07

MARTINA F. – “Siamo stati presi di mira”. “L’intera strada è stata già visitata”. Sono alcuni commenti che girano tra la gente e su facebook dopo gli ultimi furti e rapine ai danni di cittadini ed esercenti della città della Valle d’Itria. La scorsa settimana un tabaccaio è stato derubato del suo incasso e martedì scorso anche una ricevitoria è finita nel mirino dei malviventi. Hanno tentato di entrare dal portone dell’atrio dello stabile.

”Fortunatamente – ci racconta il gestore – avevo preso le dovute precauzioni visto che anche lo scorso anno, a novembre, avevano tentato di entrare nella ricevitoria. E credo che potenzierò ancora i sistemi per evitare che ci provino un’altra volta”. L’escalation di furti e rapine dell’ultimo periodo hanno prodotto il solito tam tam. Tra la gente si commenta e la preoccupazione è legittima quanto ovvia. C’è chi addirittura pensa che i ladri selezionino le zone da “visitare”. Ma i dati che Polizia e Carabinieri forniscono denotano, invece, un calo di furti e rapine dall’inizio del nuovo anno. Nei primi venti giorni di gennaio 2012 i furti sono stati 26 contro i 15 dello stesso periodo dello scorso anno. Il trend è mediamente simile anche al precedente anno e le forze dell’ordine tranquillizzano i martinesi. “Il furto è uno dei reati maggiormente commessi in tutta Italia” afferma il dirigente del commissariato di Polizia, Giuseppe Annicchiarico “comunque continueremo a fare il nostro compito”. E tra i reati commessi alcuni hanno già dei colpevoli colti in fragranza mentre svaligiavano appartamenti. L’auspicio è che il trend iin discesa si consolidi per l’intero anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche