Provincia

Caso Arlotta: Giannini e Acierno snobbano il Consiglio

Ennesima riunione consiliare a Grottaglie sul caso-aeroporto


GROTTAGLIE – Ennesimo consiglio comunale per discutere del destino dell’aeroporto Arlotta, ma questa volta l’assessore regionale Giovanni Giannini ed il presidente di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno non si sono presentati.

Stamattina, mentre l’aula consiliare era stracolma per la massiccia presenza di rappresentanti delle numerose associazioni nate a difesa dello scalo ionico, tra le sedie destinate agli ospiti spiccava l’assenza dei due massimi esponenti della Regione e di Adp.

Una riunione convocata alla luce degli ultimi sviluppi riguardanti il settore aeroportuale e in particolare l’aeroporto Arlotta di Taranto.
Nelle ultime settimane, infatti, Unioncamere ha rilevato i dati di un sondaggio che mettono in primo piano l’importanza dello scalo ionico per il turismo tarantino; il presidente della Camera di Commercio, Luigi Sportelli ha annunciato la dispobilità della società City Line Swiss a far decollare dall’Arlotta, già da aprile, voli passeggeri di linea e l’Unione Europea ha acceso la possibilità di nuovi aiuti di Stato per gli aeroporti minori. Novità che il consiglio comunale avrebbe voluto affrontare assieme a Regione e Aeroporti di Puglia che gestiscono anche lo scalo tarantino.

Ma niente. L’assenza ha ridotto la seduta in una nuova discussione tra i soliti. In aula sono intervenuti Sportelli ed i consiglieri regionali Cervellera, Lemma, Sala e Pentassuglia e l’ex assessore provinciale Giampiero Mancarelli. Al momento di andare in stampa era in atto una lunga discussione da parte dei consiglieri comunali a cui le associazioni (Movimento aeroporto Taranto, Taranto lider, B&b terra di Sparta, Adoc Taranto, Artisti uniti per Taranto, associazione culturale Filonide, Voglia di Volare, Benvenuti a Taranto, Progentes, Eutaca, movimento Aeroporto Magna Grecia, Pro Loco Grottaglie, Aumedia e Taranto Spartana) intendono chiedere una delibera ”con la quale si esprima in maniera inequivocabile l’interesse alla riattivazione dell’Arlotta ai voli passeggeri”.

Delibera che servirebbe a rafforzare la richiesta a Regione e Adp, di pari condizioni con gli altri scali pugliesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche