Provincia

Giudice di pace, perde solo Grottaglie

Nel decreto del ministro Orlando accolte tutte le istanze, tranne una. L’unico ufficio a rimanere chiuso sarà quello della città della ceramica


GROTTAGLIE – Tutti salvi tranne Grottaglie.
Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando ha firmato il decreto che dispone il mantenimento di 285 uffici del giudice di pace a seguito della recente riforma delle circoscrizioni giudiziarie.
Per la provincia ionica sono state accolte tutte le istanze di mantenimento delle strutture, tranne quella di Grottaglie. Unica anche in Puglia. Restano, quindi, attivi i distretti giudiziari di Taranto, Ginosa, Lizzano, Manduria, Martina Franca e San Giorgio Jonico.
Mentre Grottaglie, che nella stessa riforma aveva già perso la sede distaccata del tribunale, ora perde anche quella del giudice di pace.
Un disagio per avvocati e cittadini che dovranno ora recarsi altrove per testimoniare e sbrigare le pratiche collegate alle cause attuali e future.
In paese vane sono state le proteste degli avvocati che chiedevano a gran voce l’intervento dell’amministrazione. “Quanto accaduto oggi – ci dice il protavoce, l’avvocato Salvatore Leone  – conferma che non siamo stati tutelati dal nostro primo cittadino. Si sarebbe dovuta adottare in consiglio comunale una delibera e non è stato fatto.
Ora saranno i Comuni a reperire il personale di cancelleria ed a fornire i necessari investimenti economici per tenere in piedi gli uffici. Per il sindaco di Ginosa, Vito De Palma “si tratta di un’ulteriore risultato conseguito nell’interesse della città promossa a sede definitiva del Giudice di Pace, autorità giudiziaria più prossima per funzione ai cittadini ed ai loro lievi disagi meritevoli di tutela giudiziaria, espressione recettiva locale di quel senso di piena fiducia che sempre deve essere riconosciuto alla magistratura giudicante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche