Provincia

Si getta sotto il treno. Salva per miracolo


MARTINA F. – Tenta di suicidarsi gettandosi sotto il treno. Dramma per una trentenne di Martina Franca che ieri sera ha compiuto il tragico gesto. Camminava sui binari quando il regionale proveniente da Taranto l’ha investita. Il treno viaggiava a velocità ridotta perchè stava per raggiungere la stazione dove si sarebbe fermato. Forse questo ha fatto sì che ci sia stato il tempo di salvare la vita alla giovane. Prima trasportata al SS. Annunziata di Taranto, la ragazza è stata poi trasferita all’ospedale Vito Fazzi di Lecce dove ha subìto un delicato intervento chirurgico per le lesioni riportate al torace.

L’operazione è riuscita e non sarebbe in pericolo di vita, ma resta in prognosi riservata. Un gesto che ha sconvolto non poco la città della Valle d’Ttria che già in una tesi di laurea è stata riconosciuta come la località europea dove si sono verificati il maggior numero di tentativi di suicidio. Erano da poco passate le 19 quando ragazza ha raggiunto la stazione di Colonne Grassi con la sua auto, una Seat Ibiza che ha parcheggiato e chiuso. Sul cruscotto ha lasciato due biglietti rivolti alla famiglia in cui annunciava la volontà del suicidio perchè non viveva più bene. Forse una delusione d’amore o una forte depressione che la ragazza non poteva sopportare. La sua è una famiglia tranquilla. Come tante. Uno choc quel gesto che poteva costarle la vita. Sarebbe stato il macchinista del treno a darle i primi soccorsi. L’avrebbe vista camminare sui binari ed ha cercaro di fermare il treno, ma l’impatto è stato inevitabile. Poi l’ha portata in stazione e dato l’allarme. Sul posto i sanitari del 118 hanno riscontrato subito le gravi lesioni riportate soprattutto al torace. Una volta raggiunto l’ospedale di Taranto le sono state apportate le prime cure e poi si è deciso di trasportarla a Lecce dove c’è un centro specializzato in chirurgia toracica. Chi la conosce la descrive come una ragazza tranquilla e mai ci si sarebbe aspettato un gesto simile. Si era da poco laureata ed aveva trovato impiego presso uno studio professionale della città. Era stata fidanzata per diversi anni. La comunità martinese si interroga sul perchè si arrivi a compiere tali gesti e soprattutto perchè ad una così giovane età. Per fortuna è viva. Per altri, però, non è stato così. Un gesto che sicuramente non dimenticheranno lei e la sua famiglia, ma che serve a far riflettere. Sul posto dell’incidente anche la Polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche