Provincia

Quale futuro per l’aeroporto Arlotta?

Il Pd chiama a raccolta istituzioni, associazioni di categoria e sindacati per discutere sul progetto di sviluppo di cargo, aerospazio e voli civili


GROTTAGLIE – Il Pd grottagliese chiama a raccolta istituzioni, associazioni di categoria e organizzazioni sindacali per fare il punto sul futuro dell’aeroporto “Arlotta” e sul progetto di sviluppo cargo-industriale.

Infatti ha promosso un convegno dal titolo “L’aeroporto di Grottaglie: il cargo, l’aerospazio, i voli civili”,  che si terrà nella sala conferenze del Castello Episcopio venerdì 11 aprile, alle 17.30.

Il forum coinvolgerà, fra gli altri, i consiglieri regionali del Pd eletti nel territorio tarantino, l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, il segretario provinciale della Cgil, il presidente del Centro Studi “Demetra”, i sindaci di Grottaglie e Monteiasi.

A moderare il dibattito, il giornalista Michele Pierri, redattore di Airpress, dopo i saluti iniziali del segretario cittadino del Pd, Paolo Annicchiarico e l’introduzione di Luciano Santoro, componente della direzione provinciale del PD jonico.

L’incontro nasce dall’intento di dar vita a un serrato confronto in vista di un evento altrettanto significativo: lunedì 14 aprile, proprio presso l’aeroporto “Arlotta”, verrà presentato ufficialmente un progetto della Regione Puglia e di Aeroporti di Puglia che individua proprio Grottaglie come un fondamentale centro per lo sviluppo e il collaudo di soluzioni tecnologiche a supporto dell’industria aerospaziale, inclusa la sperimentazione dei sistemi aerei senza pilota (UAS). In sostanza, una piattaforma di ricerca e sviluppo per l’intero sistema aeroportuale italiano, che certamente non esclude la legittima ambizione del territorio jonico ad ospitare voli civili, ma che consentirà comunque di attrarre investimenti di aziende private del settore, così come l’utilizzo dei Fondi comunitari inclusi nella programmazione 2014/2020.

L’obiettivo è quello di dotare la Puglia e l’Italia di un’area di sviluppo industriale senza precedenti nel nostro Paese e di realizzare, con il rafforzamento della vocazione cargo dell’aeroporto di Grottaglie, una piattaforma logistico-aeronautica di valenza internazionale: l’unica area industriale con annesso aeroporto e collegamento ferroviario ed evidenti effetti positivi anche sul piano occupazionale.
Un progetto avviato diversi anni fa con l’insediamento di un importante stabilimento di “Alenia Aermacchi” (Finmeccanica), la presenza sul territorio di un gigante del settore come “Boeing” e proseguito poi con “Log In” (Logistica Ionica). Un percorso che la Provincia di Taranto aveva impostato assieme all’ex assessore regionale alla mobilità Guglielmo Minervini.

Ora questo percorso giunge finalmente a termine, grazie anche al contributo del “Tavolo tecnico” aperto dal nuovo assessore regionale ad Infrastrutture, mobilità e lavori pubblici, Giovanni Giannini, chiamato a concludere i lavori del convegno organizzato dal Partito democratico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche