x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 06:42:03

Provincia di Taranto

Pulsano, “Il sindaco ora deve dimettersi”

Dopo la condanna del Comune al risarcimento dei danni per lo sversamento di liquami a mare Legambiente insorge. Mongelli: E’ scandaloso


PULSANO – Il Comune condannato al risarcimento dei danni per lo sversamento dei liquami sulla spiaggia e in mare dal canale fognario di via La Fontana. Ora Legambiente chiede le dimissioni del sindaco.

A parlare è Mimmo Mongelli, portavoce del circolo pulsanese degli ambientalisti.

“In molte occasioni – dichiara –  Legambiente, associazioni, partiti, hanno denunciato i ripetuti sversamenti e la problematica di via La Fontana, ma il sindaco ha sempre minimizzato, ribaltando le responsabilità all’Acquedotto Pugliese. La giustizia a volte è lenta, ma prima o poi colpisce. E’ un periodo nero per Ecclesia: dopo l’ufficializzazione dei bilanci falsi ecco una nuova tegola. Una persona che ha procurato tanti danni alla comunità (senza dimenticare la responsabilità per i ritardi dell’avvio del nuovo depuratore), dovrebbe dimettersi anche se so che non lo farà perchè è troppo legato a quella poltrona”.

I fatti risalgono all’estate del 2009 quando a seguito dello sversamento dei liquami sulla spiaggia e in mare, uno dei gestori degli stabilimenti balneari di contrada La Fontana presentò richiesta di risarcimento danni perchè si vide dimezzare la clientela.

La sentenza del tribunale è di novembre scorso, ma solo l’altro ieri è stata pubblicata sull’albo pretorio del Comune, con la condanna per le casse comunali al pagamento di diecimila euro. La causa? Gravi difetti al tronco fognario per insufficienza delle dimensioni, pendenze sbagliate o scadente manutenzione dei pozzetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche