Provincia

Case popolari. C’é il nuovo bando


MARTINA – Pronte nuove case popolari a Martina Franca e il bando per la relativa assegnazione. Il concorso per la locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, infatti, é stato pubblicato nei giorni scorsi dal commissario straordinario Sandro Calvosa. Si tratta di un provvedimento importante per le famiglie più bisognose per quelle famiglie che da tempo aspettavano di avere a disposizione un alloggio di edilzia pubblica. Nei requisiti per l’ammissione al concorso c’é il possesso della cittadinanza italiana.

I cittadini stranieri degli stati membri dell’Unione Europea che svolgono la loro attività lavorativa in Italia sono equiparati ai cittadini italiani. Possono partecipare, comunque, anche i lavoratori extracomunitari che da almeno due anni lavorano nel Comune di Martina Franca. Inoltre può partecipare al concorso per la locazione degli alloggi di residenza pubblica chi non é titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione su alloggio del Comune adeguato alle esigenze del nucleo familiare. Può usufruire dell’alloggio anche chi fruisce di un reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore a 13.000 euro e chi non ha ceduto tutto o in parte, l’alloggio eventuale assegnato in precedenza in locazione. Per il nucleo familiare nel bando si intende la famiglia costituita da coniugi e dai figli legittimi naturali, riconosciuti ed adottivi e dagli affiliati con loro conviventi. Le domande di partecipazione al bando di concorso devono essere compilate esclusivamente su appositi modelli, da ritirare presso l’Ufficio segreteria del Comune di Martina Franca, nelle ore di ufficio. Le domande, inoltre, devono essere inviate a mezzo di raccomandata entro il 3 aprile 2012. La graduatoria definitiva che il Comune stilerà é valida per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica di nuova costruzione, recuperati e di risulta e conserva la sua efficacia fino a quando non viene aggiornata con nuovi bandi di concorso. Il provvedimento é uno degli atti più importanti della gestione del commissario prefettizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche