27 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 15:19:23

Provincia

Maruggio, anche Chiego si dimette da assessore

Le elezioni amministrative di fine mese sonquassano la maggioranza


Le elezioni amministrative di fine mese sonquassano la maggioranza. Dopo la rottura con l’assessore Alfredo Longo candidato sindaco per la lista Per Maruggio, e Giovanni Maiorano, capogruppo in consiglio di Ncd e candidato al fianco di Longo, e quindi in una lista diversa da quella (Vivere Maruggio) che vede il sindaco Alberto Chimienti capolista a sostegno di Marseglia, oggi è anche l’assessore Mariangela Chiego a dimettersi: “È venuta meno la fiducia verso il sindaco Chimenti”.

Anche lei sostiene la candidatura di Longo.
Dimissioni scritte, firmate e consegnate in modo irrevocabile a pochi giorni dalla  campagna elettorale e che mettono fine ad un’esperienza iniziata cinque anni fa quasi per caso, perchè la sua nomina in giunta risale all’imposizione da parte di una sentenza del Tar che ha reso obbligatoria la presenza di una donna nell’esecutivo.

Dimissioni politiche e di rottura quelle della Chiego che nella sua ultima lettera al sindaco stigmatizza l’assurdità della revoca delle deleghe assessorili: “è davvero assurdo revocare le deleghe solo agli assessori che hanno lavorato ininterrottamente per cinque anni col fine di apportare benefici e servizi alla comunità maruggese portando centinaia di migliaia di euro di finanziamenti al nostro Comune. Certo che nessuno, forse, poteva pensare che tre nuovi assessori riuscissero a creare, proporre e realizzare tanto in così poco tempo. Ma è anche vero che nessuno di noi tre poteva pensare che creare, proporre e realizzare tanto poteva ricevere solo critiche e commenti di basso profilo, mirati solo a distruggere chi forse rispetto ad altri riesce ad avere una visibilità che si è conquistata sul campo e cerca di portare risultati per l’amministrazione a tutti i costi”. E aggiunge “rimango ancora più esterrefatta del tuo gesto delle revoche delle deleghe a Giovanni e Alfredo, quando anche grazie ad essi si riescono ad approvare in Consiglio Comunale debiti fuori bilancio in cui ci sono anche situazioni che ti riguardano personalmente insieme ad altri colleghi assessori e dopo che appena due giorni prima é stato approvato in Giunta il rendiconto dell’esercizio 2013 mi riesce davvero difficile dare una spiegazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche