24 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Luglio 2021 alle 21:10:00

Provincia di Taranto

Un’altra fiera un’altra spesa. Tutti alla Bit


TARANTO – Dopo Mediterre, ora tutti alla Bit di Milano. Stamattina il vicepresidente della Provincia, Costanto Carrieri e l’assessore provinciale al Turismo, Giovanni Longo hanno presentato il programma dell’evento che porterà sapori e colori di Terra Jonica alla Borsa Internazionale del Turismo in programma dal 16 al 19 febbraio prossimi. Un evento che segue Mediterre, l’altra fiera a cui sempre la Provincia ha partecipato recentemente presso il padiglione della Fiera del Levante. In quella sede si parlava di Parco delle Gravine.

Ora, a Milano, si promuoverà tutto il settore turistico provinciale, dal mare alle gravine. Partner del progetto è il Tavolo del turismo di Taranto che ha contribuito alla spesa di 15mila euro che la Provincia ha stanziato per allestire depliant e proiezioni nello stand della Regione Puglia. Nella stessa spesa rientra anche la novità del programma per la Bit di quest’anno. Insieme alle altre cinque province pugliesi, infatti, la Provincia di Taranto partecipa allo stand che, nella tre gioni della Bit, verrà allestito in piazza Beccaria, nel cuore di Milano. Un tensostatico da 120 mq in cui le sei province di Puglia distribuiranno materiale informativo e di marketing per far conoscere le peculiarità dei rispettivi territori, nonchè i sapori con la deguazione di prodotti tipici. Per Taranto l’associazione dei Sommelier offrirà del buon vino. Poi anche musica folkloristica. Una spesa, dicevamo, di 15mila euro per far conoscere la Terra Jonica ai buyer nazionali ed internazionali. Una spesa che da diversi anni, ormai, la Provincia sostiene. Ma poi l’atteso “ritorno” in fatto di turismo quando arriva? Dai bilanci delle agenzie sentiamo dire che ogni anno i turisti che si riversano sul territorio ionico calano. Che utilità ha quindi partecipare a queste fiere? Assessore Longo, quali obiettivi vi siete prefissati? “L’intento è quello di aprire un dialogo tra i nostri imprenditori ed i buyer nazionali ed internazionali. Da sempre la Bit è la vetrina più importante per il mercato del turismo perchè raccoglie operatori del turismo di tutto il mondo. Noi vorremmo proporci a livello internazionale”. Come mai avete pensato di organizzare uno stand in pieno centro a Milano? “Per far conoscere il progetto Greenroad, ovvero il percorso turistico che tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013 vorremmo realizzare. Si tratta di un itinerario che potrà essere intrapreso solo ed esclusivamente con mezzi non a motore, bicilette, cavalli e carrozze, e che partendo dalle gravine di Latera e Ginosa, raggiunga la fascia costiera orientale, passanto per Grottaglie, Carosino ecc. Un percorso illuminato da pannelli fotovoltaici”. Con chi aveve proposto questo progetto? “La Provincia ha trovato il sostegno di molte associazioni e organizzazioni del territorio che pian piano si stanno avvicinando all’iniziativa. Siamo comunque in attesa di finanziamenti che dovrebbero giungere nell’ambito del più ampio progetto di promozione del Parco delle Gravine”. Chi partecipa con voi alla Bit? “Nello stand della Regione distribuiremo depliant, brochure, libri e proieitteremo filmati che riguardano il nostro territorio e che ci sono stati forniti anche dalla Camera di Commercio, dal consorzio Cento Masserie e da tutte quelle organizzazioni di categoria che si occupano di turismo a Taranto. Alla conferenza che avremo alla Bit ci sarà il presidente Florido ed i rappresentanti del Tavolo per il Turismo, ovvero Federalberghi, Confcommercio, Camera di Commercio, il Consorio Cento Masserie e Gal”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche