27 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Settembre 2021 alle 17:59:00


MARTINA F. – “Non voterò chi…” E’ il titolo della campagna anti candidati sporcaccioni che sta viaggiano sul web. Un navigatore di facebook sta promuovendo l’iniziativa affinchè la città, come spesso avviene, non venga presa d’assalto dai manifesti elettorali di questo e di quel candidato. “E’ tempo di elezioni – scrive – e puntualmente si iniziano a vedere cartelli elettorali spuntare ovunque. Sui muri, sulle recinzioni dei cantieri, sui pali, sugli alberi, sulle cabine telefoniche, sui monumenti e e persino sui guard rail. Ovunque!

Spesso i candidati sporaccioni si giustificano dando la colpa alle imprese di attacchinaggio. Sappiamo tutti quanti che se si vuol rispettare il decoro urbano, basta dare istruzioni sul rispetto delle regole. Noi cittadini abbiamo l’arma per far sì che questi sporcaccioni cambino rotta e si adeguino all’esigenza di vivere in un contesto decoroso. Facciamo sapere, unendoci a questa pagina, che siamo in tanti a pensarla così e che non voteremo mai chi dimosra con la pratica incivile del manifesto selvaggio che non vuole bene alla città e ai cittadini”. Come dargli torto. La campagna elettorale porta con sè il fenomeno dell’attacchinaggio selvaggio. Le città vengono praticamente invase da volantini, bigliettini e manifesti che finiscono spesso per imbrattare strade e marciapiedi. In alcuni casi rendendo anche pericoloso il transito ai pedoni che, in caso di pioggia, potrebbero scivolarci sopra. Le regole esistono e vanno rispettate. Parte da questo principio l’appello che su Vox Populi sta già registrando i primi consensi perchè il decoro urbano resti intatto o quantomen non peggiori con l’approssimarsi delle elezioni amministrative. Forse, per quest’anno, si è ancora in tempo per evitare che i faccioni finiscano dappertutto, persino sui parabrezza delle automobili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche