22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 06:45:31

Provincia

La speranza del posto fisso


MARTINA F. – Evidentemente le battutine del trio Monti-Cancellieri-Fornero non hanno smorzato la speranza degli oltre 1.400 giovani e meno giovani, che si sono presentati stamattina al Centro Polifunzionale sportivo di via Pergolo, dove, alle 8.30 del mattino, è iniziata la selezione per aspiranti vigili urbani. Ognuno dei partecipanti ha una storia diversa, ma tra loro c’è un fattore comune: la speranza di quel posto fisso che, stando alle parole del neo-premier, sarebbe di una monotonia proverbiale.

Eppure il posto fisso dà sicurezza; rappresenta una garanzia per il futuro. Abbiamo parlato con una ragazza di 29 anni, che ha due figli e suo marito è nell’elenco dei disoccupati e per la quale anche i 4 euro spesi per spedire il bollettino richiesto per partecipare al bando rappresenta un piccolo grande sacrificio. Ma resta la speranza di poter mantenere i suoi due pargoli. Eppure qualcosa non torna, e di questo sono convinti anche i partecipanti, speranzosi, sì, ma in un certo senso disillusi. La storia comunale di Martina Franca è costellata di concorsi che per cause diverse sono poi andati in fumo. C’è chi, invece, fa notare che: nel bando vengono stabiliti requisiti che chi fa domanda deve possedere al momento della presentazione (non oltre il 19 dicembre 2011). Il 25 gennaio viene emanata una delibera nella quale viene indetta la data di convocazione (oggi) e, dulcis in fundo: “i requisiti, a causa del numero ingente di domande, saranno accertati dopo lo svolgimento della prova”. Senza poi contare che lo stesso bando non presenta chiarezza circa il numero degli elementi che andranno in graduatoria: due, forse quattro. Anche sette. Bisognerà attendere ancora un po’ per conoscere il risultato e capire quanto, questa volta, il Comune, che è ancora sotto la tutela del commissario Calvosa (ma ancora per poco), sia stato attento ai bisogni e alle speranze della comunità.

C.D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche