14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Provincia

Chiesa Madre di Crispiano, conto alla rovescia

Presto il concerto celebrativo per la consegna dei lavori di restauro di Santa Maria della Neve


CRISPIANO – E’ ormai conto alla rovescia per il concerto celebrativo per la consegna dei lavori di restauro della Chiesa Madre, Santa Maria della Neve.

In città già ci si organizza per assistere all’evento che segnerà una tappa importante per la comunità religiosa, e non solo, crispianese.

I lavori, iniziati qualche tempo fa, sono stati completati. Don Michele Colucci, parroco della Chiesa Madre, vuole consegnare alla comunità una chiesa nuova, nella struttura e nello spirito.  Un obiettivo centrato, un traguardo, ormai, raggiunto. “La via pulchritudisnis, la via della bellezza – dice – è la strada pià semplice e insieme la più sicura per contemplare la bellezza del divino e annunciarla agli uomini. Essa non ha bisogno di spiegazioni, di studio, di argomentazioni retoriche: punta direttamente a suscitare nell’animo quello stupore e quella gratitudine che ci fanno sentire da un parte destinatari dell’amore di Dio e dall’altra cooperatori della sua opera di salvezza.

Musica pro domo mea (è il titolo dell’evento di domenica 15 giugno, ndr)  vuole trasmettere a tutti questo intimo bisogno di lore, questo intimo senso di stupore.

Per questo è stato individuato nei samli, il libro dell’orante per eccellenza nella Bibbia, vero gioiello della letteratura di tutti i tempi, il testo destinato a essere musicato da otto compositori, che hanno offerto per noi il loro lavoro in prima esecuzione assoluta. Dico offerto perchè essi non hanno preteso nulla in compenso, pur essendo questo il loro mestiere. Anche in ciò abbiamo visto il segno della gratitudine divina rispecchiato nella generosità degli uomini che lo amano”.

L’appuntamento è per le 21 di domenica prossima nella chiesa posta nella piazza centrale del paese a due passi dal municipio.

Alla cerimonia prenderà parte l’arcivescovo di Taranto, monsignor Filippo Santoro, mentre non potrà essere presente, in quanto impegnato a Trapani, dove è vescovo (il caso-immigrati tiene banco), monsignor Pierino Fragnelli, crispianese “doc”, che non mancherà di inviare un suo messaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche