26 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Novembre 2020 alle 12:41:42

Provincia

Ponte bloccato, “Costretto a licenziare 4 dipendenti”

Parla il gestore della stazione di servizio sulla via per Montemesola. Fatturato in calo dell'80 per cento


MONTEIASI – “Da quando sono cominciati i lavori per la ricostruzione del ponte di Monteaisi da qui non passa più nessuno”.

A parlare è il signor Fabio Treggiari, gestore della stazione di servizio Q8 posta sulla via per Montemesola. La stessa dove perse la vita il giovane carabinieri Spagnulo.

Ma dopo quella terribile esperienza, ora Treggiari ne vive una nuova. “Per colpa di quei lavori al ponte ho perso circa l’80% del fatturato e sono pertanto stato costretto a licenziare quattro dipendenti”.

I lavori al ponte costringono, infatti, gli automobilisti in entrata ed in uscita dal peese a percorrere strade alternative.

“Da qui non passano più nemmeno i pullman dei braccianti agricoli che solitamente usavano fare rifornimento da noi” racconta ancora Treggiari che nei giorni scorsi, con i responsabili della società Zeta Gas di Napoli, proprietaria della stazione di servizio, ha incontrato l’assessore ai Lavori Pubblici, Cassone per chiedere chiarimenti sull’andamento dei lavori.

Iniziati a febbraio, infatti, avrebbero dovuto ultimarsi a fine aprile (120 giorni era stato detto), ma siamo a giugno ed il traffico è ancora bloccato.

L’8 luglio dovebbe esserci il collaudo.  Ma intanto la società Zeta Gas non intende accollarsi i danni subiti. Ha già annunciato all’assessore Cassone la possibilità di avanzare una richiesta di risarcimento.

“Da quando sono iniziati i lavori sono in perdita costante” insisteTreggiari che in quella stazione di servizio gestisce anche un bar chiaramente rimasto deserto e presso il quale erano impiegati i quattro dipendenti poi licenziati.

“Non ho chiuso – conclude Treggiari – perchè spero che quanto prima i lavori possano essere completati, ma il calo delle vendite è disastroso e spero che luglio sia la data definitiva altrimenti non so come fare”.

Nella giornata di martedì, stazionando presso quel tratto di strada, in circa due ore solo due automobilisti si sono fermati a fare rifornimento alla Q8.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche