Provincia

Terzo Polo: “Fuori dai giochi di sinistra”


MARTINA F. – “C’è una discussione all’interno del centrosinistra e noi ci stiamo mantenendo fuori”. Michele Muschio Schiavone, coordinatore cittadino dell’Udc nonchè promotore del Terzo Polo in Valle d’Itria (c’è già l’intesa con Mpa, Fli e Udeur ed si lavora anche per il Pli) smentisce l’ipotesi di un “inciucio” col Pd in vista delle consultazioni elettorali del 6 e 7 maggio.

Nei giorni scorsi era stato Antonio Martucci dell’Idv ad accusaro il Pd di fare il doppio gioco. Ieri anche il consigliere regionale Donato Pentassuglia ha invocato l’unità del centrosinistra mettendo da parte l’area centrista. Oggi Muschio Schiavone esclude, per ora, la possibilità di un’alleanza. “Non ci sono stati contatti – afferma – con la segretaria del Pd, Nunzia Convertini. Non mi sono mai seduto con lei attorno ad un tavolo. Se poi qualcuno ha paura e teme la sconfitta non è un nostro problema. Noi siamo già nella condizione di esprimere un candidato sinadco, ma poichè stiamo lavorando per rafforzare il Terzo Polo, per cercare di aggregare il più possibile le forze politiche che si riconoscono nella nuova formazione politica, aspettiamo”. Probabilmente è su Api che Muschio Schiavone potrebbe aver messo gli occhi. E’ per ora l’unica forza politica del Terzo Polo che a Martina non ha ancora ufficializzato la sua adesione. Anzi lancia segnali chiari. Il coordinatore cittadino Giuseppe Chimienti avverte che qualora dovesse esserci un accordo tra gli alleati naturali e l’ex sindaco Franco Palazzo Api si tira fuori e scende in campo da sola. Ma Muschio esclude anche questa alleanza: “Non c’è nessun contatto con l’ex sindaco”. M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche