23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 07:08:31

Provincia

San Giorgio Jonico. Bruciata la porta di uno studio legale


S.GIORGIO – Hanno piazzato un pneumatico davanti alla porta dello studio legale e gli hanno dato fuoco. Pesante atto intimidatorio ai danni degli avvocati Angelo e i figli Alfredo e Edoardo Lovelli, la scorsa notte, poco prima delle due. Gli attentatori hanno colpito nel centro di San Giorgio Jonico e precisamente in corso Umberto.

E’ stata una pattuglia di militari dell’Arma a notare l’incendio e ad allertare subito i vigili del fuoco. Nel cuore della notte i carabinieri stavano eseguendo i consueti controlli nelle vie del paese quando hanno notato in corso Umberto il pneumatico in fiamme davanti allo studio degli avvocati Lovelli. I militari sono intervenuti immediatamente per evitare che il fuoco si propagasse e provocasse danni ingenti e nel contempo hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Grottaglie. I pompieri hanno domato il rogo che ha causato solo danni per 800 euro alla porta d’ingresso dello studio legale e ha annerito il muro perimetrale. Ad indagare sull’inquietante episodio ora sono gli investigatori della Compagnia di Martina Franca e della stazione di San Giorgio Jonico, diretti dal capitano Francesco Buconi e dal luogotenente Adriano Meleleo. I carabinieri stanno lavorando e per dare un nome e un volto agli autori di una incursione compiuta con lo stesso modus operandi di quella messa segno, nei primi giorni di febbraio, contro la porta di casa del primo cittadino di San Giorgio. “Cadiamo letteralmente dalle nuvole riguardo a ciò che è accaduto la notte scorsa. Nessuna minaccia, nessun contrasto. Siamo davvero colpiti” ha dichiarato a TarantoSera l’avvocato Alfredo Lovelli che è noto per aver difeso negli anni scorsi il Taranto Calcio. Intanto suo padre, l’avvocato Angelo Lovelli è stato ascoltato dagli investigatori dell’Arma che indagano per identificare gli autori dell’attentato incendiario compiuto ai danni dello studio legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche