Provincia

Tasi, a San Giorgio si pagherà ad ottobre

In Comune l’assessore al Bilancio, Piero Venneri, prepara i calcoli: “Cercheremo di contenere al massimo le aliquote”


SAN GIORGIO – La Tasi (tassa per i servizi indivisibili) slitta al 16 ottobre.

Come per gli altri Comuni italiani che non hanno adottato le delibere, anche San Giorgio prende tempo e rinvia.

“Al fine del calcolo di quanto dovuto” scrive sul sito istituzinale il funzionario responsabile, “sarà disponibile, una volta deliberati regolamento e tariffe, all’interno del link “calcolo Iuc”, il relativo calcolatore Tasi 2014m che consentirà la stampa dell’F24 per il pagamento”.

Intanto, però, ci si domanda: saranno previsti aumenti? A risponderci è l’assessore al Bilancio, Piero Venneri.

“Non posso dare percentuali e dati certi, perchè stiamo facendo le previsioni di calcolo – spiega – ma il nostro intento è quello di vessare il meno possibile i cittadini che già sono tartassati da mille spese. Di contro, però, ci troviamo con costi di smaltimento maggiori da quando conferiamo i rifiuti a Massafra ed a breve, con l’avvio della raccolta differenziata spinta aumenterà anche il costo del servizio di igiene urbana”.

Costi che appesantiscono il bilancio di previsione che va approvato entro fine luglio. Per quella data, quindi, l’amministrazione di centrosinistra targata Giorgio Grimaldi dovrà confermare tariffe e aliquote.

Intanto già nel prossimo consiglio comunale verrà varato il regolamento che disciplina modalità, tempi e calcoli.

Ma Pietro Venneri è, da dopo il rimpasto di giunta, assessore anche ai Lavori Pubblici e come tale annuncia l’investimento di circa 120mila euro per la messa in sicurezza della scuola media “Giovanni Pascoli” e dell’istituto comprensivo “Costantinopoli”. Qui saranno rifatti i bagni e gli infissi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche