31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 22:04:00

Provincia di Taranto

San Giorgio, i liquami nel canale. C’è puzza

Nelle vie attorno alla condotta i residenti reclamano: Qui non viviamo più. Un tombino si è intasato. L’Aqp al Comune: “Stiamo già provvedendo”


SAN GIORGIO – “Qui non si vive più”.

Da quasi un mese nella zona circostante il canale maestro che va verso Roccaforzata si respira un’aria sgradevole.

I residenti di via Botticelli, via Raffaello Sanzio e via Buonarroti lamentano la presenza di cattivi odori “simili a quelli provenienti dalla fogna”.

Una situazione di allarme che ha già mobilitato l’amministrazione comunale.

Da un primo sopralluogo eseguito dall’assessore all’Ambiente, Elio Zingaropoli e dai tecnici comunali è emersa la presenza di liquami fognari nella condotta che dovrebbe, invece, trasferire le acque meteoriche e quindi non maleodoranti.

Da quanto è emerso uno dei tombini della zona si sarebbe intasato e quindi i liquami sono finiti nel canale Feudo provocando l’esalazione di cattivi odori che per settimane hanno costretto i residenti a tapparsi in casa nonostante il grande caldo. L’Acquedotto pugliese, interpellato dal Comune, ha fatto sapere che il problema si sta risolvendo perchè il tombino è stato liberato. Ma intanto ancora oggi un residente scriveva su facebook un appello al sindaco: “In via Botticelli stiamo vivendo da oltre un  mese una situazione alquanto sgradevole. Dal canale adiacente le nostre case si sente un odore di fogna insopportabile che ci costringe a restare segregati in casa con tutte le porte chiuse. Vi chiedo di mandare del personale addetto per verificare e risolvere una volta per tutte questa situazione visto che vi abitano numerose famiglie con bambini”.

“Conosciamo il problema e l’Acquedotto pugliese è già intervenuto – dichiara intanto il sindaco Grimaldi – purtroppo l’acqua del canale deve ancora defluire del tutto e questo probabilmente provoca ancora qualche disagio”.

Intanto anche il canale andrebbe bonificato perchè l’ultimo intervento risale a tre anni fa. L’erba alta non consente un regolare deflusso dell’acqua che quindi stagna. Ma mancherebbero i fondi perchèle casse comunali languono e quest’anno, a differenza del passato, la Regione non avrebbe ancora pubblicato il bando per la pulizia dei canali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche