Provincia

Il Sindaco scrive alla Regione: “Bloccate i lavori alla condotta”

La protesta a Manduria contro le trivellazioni in mare


MANDURIA – Anche il sindaco Roberto Massafra si associa alle protesta contro i lavori di trivellazione in mare per la condotta sottomarina del depuratore consortile.

In una lettera indirizzata agli assessori regionali Giovanni Giannini, Fabrizio Nardoni e Donato Pentassuglia chiede la sospensione dell’intervento in attesa del nuovo confronto già fissato per il prossimo 4 agosto.

In questi giorni è comparsa nella acque tra Torre Columena e la foce del fiume Chidro una piattaforma per i sondaggi del fondale.
“Tali operazioni – scrive il sindaco – oltre che inopportune in quanto compiute in piena stagione turistico-balneare, appaiono in netta contraddizione con l’impegno che abbiamo reciprocamente assunto di valutare con ogettività e fuori da schemi precostituiti  ogni possibile soluzione alternative allo scarico a mare, fissando allo scopo la riunione del 4 agosto”.

L’allarme scaturito dall’arrivo della piattaforma per il sindaco è pià che condivisibile e quindi rende “improcrastinabile da parte della Regione e di Acquedotto Pugliese l’assuzione di una posizione ufficiale ed inequivocabile sulla sospensione dei lavori di costruzione delal condotta sottomarina, che consente di affrontare con la dovuta serenità e onestà intellettuale il confronto istituzionale Comuni-Regione-Aqp-Autorità di Tutela delle Acque”. 

Quella dello scarico a mare è da tempo la patata bollente che è finita nelle mani del sindaco e che sta continuando ad agitare la tensione tra gli ambientalisti che, chiaramente, la considerano una minaccia per la marina ionica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche