23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 14:25:17

Provincia

Il Pd alle donne: “Attiviamoci”


MASSAFRA – “Le donne prendano coscienza che avvicinandosi alla politica tante cose si possono cambiare”. E’ l’appello lanciato stamattina dalle donne del Pd che lunedì prossimo, nel teatro comunale di piazza Garibaldi, terranno un’assemblea pubblica su “Il lavoro delle donne tra precarietà e condizionamenti”. “Faremo un’analisi delle condizioni delle donne e del lavoro” ha spiegato Imma Semeraro segretaria del Pd di Massafra nella conferenza odierna di presentazione dell’incontro.

Con lei Claudia Delli Santi della segreteria cittadina, Giovanna Semeraro e Angela Marchianò del Coordinamento Donne Pd Massafra. “Tante sono le problematiche collegate al lavoro ed all’essere donna – hanno spiegato – dimissioni in bianco, la gravidanza e la maternità vissute come una mortificazione e come una causa di perdita del posto di lavoro, la discriminazione ed il diverso trattamento economico riservato alle lavoratrici, la scarsa presenza delle donne in politica e, sopratutto, nei luoghi apicali e decisionali della pubblica amministrazione. A fronte di tutto ciò, le donne democratiche hanno presentato richiesta di ripristino della legge n.188 del 2007, che ostacolerebbe il vergognoso fenomeno delle dimissioni in bianco, e sono promotrici di una proposta di riforma elettorale, che prevede la doppia preferenza di genere”. “Sosteniamo con fermezza – sottolinea ancora Imma Semeraro – la proposta dell’assessore regionale al Walfare, Elena Gentile per la riforma della legge elettorale che consentirà, con la doppia preferenza di genere, di portare più donne nel consiglio regionale”. E’ con l’assessore Gentile lunedì, all’incontro fissato per le ore 18, ci saranno anche la segretaria regionale del Pd, Gilda Binetti, il vice presidente dell’assemblea nazionale Pd, onorevole Marina Sereni, la coodinatrice regionale donne Pd, Antonella Vincenti, la portavoce della conferenza donna Pd, Francesca Battista e tutte le donne del coordinamento di Massafra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche