22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Provincia

Da Bari l’alt alle primarie Pdl


MARTINA F. – Da Bari arriva l’alt definitivo alla primarie del Pdl. Ieri il coordinatore regionale del partito, Francesco Amoruso ha ascoltato la versione dei fatti che hanno portato all’annullamento delle primarie di domenica scorsa. Due ore di confronto con il neo segretario provinciale Luigi Montanaro ed il suo vicario Renato Perrini. Per la delegazione martinese c’era il consigliere regionale Gianfranco Chiarelli. Assente il senatore Lino Nessa, promotore delle primarie e coordinatore cittadino del Pdl, impegnato a Parigi.

La mancanza di condizioni perchè le primarie avessero luogo sono state ribadite dal coordinatore pugliese che quindi ha posto il divieto definitivo al voto per la scelta del candidato sindaco all’interno del partito. Toccherà, invece, agli ex consiglieri comunali decidere. L’impegno assunto da Amoruso è di chiedere agli ex rappresentanti del partito in seno al consiglio comunale il nome da proporre all’elettorato. Un nome unico che metta d’accordo le diverse anime del partito che finora si sono divise sulle candidature di Michele Marraffa (ancora sostenuto da Nessa) e Raffaella Spina che si era proposta “per cambiare pagina e modo di fare politica in città”. Una scelta che si preannuncia difficile, dunque. Perchè all’interno del partito restano i mugugni. Ma la partita è ancora in gioco. E l’auspicio è che qualcuno torni sui propri passi per ricompattare il partito, ma anche l’intero centrodestra. L’invito in tal senso viene rivolto anche dalla Destra a quanto pare pronta a ritirare la candidatura di Leo Cassano nel segno dell’unità della coalizione in cui, non è ancora del tutto escluso, possa rientrare anche il Terzo Polo. Michele Muschio Schiavone non ha ancora ufficializzato alcuna candidatura e probabilmente aspetta le ultime mosse del Pdl per decidere se scendere in campo da solo o con il centrodestra. Un’unità richiamata anche alla luce del ricompattamento avvenuto a sinistra dove Franco Ancona è riuscito a rimettere pace. Per oggi annuncia un nuovo incontro con partiti ed associazioni per definire il programma elettorale: “Come già annunciato insieme alla coalizione stiamo lavorando per stilare un progetto partecipato e aperto alla società civile”. Una coalizione di centrosinistra dunque verso l’allargamento e contro la quale il centrodestra non può rischiare di andare diviso. Intanto dal Comune fanno sapere che scade il 27 marzo il termine entro cui gli stranieri potranno richiedere l’iscrizione nell’apposita lista elettorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche