Provincia

La spiaggia la vogliamo così, volontari all’opera

Raccolti 22 sacchi di rifiuti. Sulla sabbia dai pannolini alle bottiglie di birra


PALAGIANO – La spiaggia – o almeno una parte di questa – è finalmente pulita. Lo si deve all’annunciata pulizia in località Pino di Lenne (a Palagiano) che ha visto impegnati circa 25 turisti, per lo più di origine palagianese o mottolese, in zona come di consueto per le vacanze estive.

Hanno rimosso dalla spiaggia nel pomeriggio di lunedì 11 agosto 22 sacchi con ogni genere di immondizia: bottiglie di vetro (il record va alle birre), piatti di plastica, corde, pannolini, ombrelloni e giocattoli rotti, lattine e cannucce, mezzi meloni e giornali. Fra le curiosità, anche una strumentazione completa per flebo, ago compreso, e una tavoletta per il water.

Armati di sacchi neri e guanti da lavoro, i volontari si sono dati appuntamento dalle parti del bar: vi hanno trovato l’assessore all’ecologia di Palagiano, raggiunto poi dal vicesindaco e dall’assessore alla pubblica istruzione, che hanno dato manforte ai volontari.

“L’intento della giornata era quello di rendere più bella, vivibile e pulita la spiaggia di ‘Venti’ frequentata da persone provenienti dalla stessa Palagiano e dai Comuni limitrofi – fanno sapere Monica Berna Nasca e Marco Borsa, del gruppo. Soprattutto si voleva lanciare un messaggio agli stessi bagnanti e turisti: conservare la spiaggia e le dune di sabbia retrostanti libere dalla spazzatura va semplicemente a vantaggio di tutti. La risposta positiva dell’Amministrazione ha rappresentato un valore aggiunto all’impegno del gruppo di giovani e adulti”. Infine un piccolo rammarico e una speranza. “Il rammarico si deve al fatto che non siamo stati capaci di coinvolgere molti altri bagnanti. Infatti tra le persone incuriosite dall’insolita pulizia, solo tre o quattro si sono aggiunte a noi. La speranza è invece legata al fatto che la spiaggia di Pino di Lenne – con la disponibilità dei turisti e l’impegno concreto dell’Amministrazione – possa rimanere pulita anche nei prossimi giorni. Persino dopo Ferragosto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche