Provincia

I sindaci di Leporano e Monteiasi sbigottiti: “Siamo oltre il 15%”


TARANTO – L’assessore regionale all’Ambiente, Lorenzo Nicastro ha disposto il commissariamento di tredici Comuni dell’arco ionico e scatta il giallo. La giunta regionale ha individuato come Comuni inadempienti perchè “non sono riusciti a varcare la soglia del 15% in materia di raccolta differenziata e che, non hanno presentato proposte relative ad interventi per il potenziamento dei servizi dedicati a valersi sui fondi Fesr 2007/2013”, Castellaneta, Crispiano, Ginosa, Martina Franca, Montemesola, Palagiano, Carosino, Fragagnano, Leporano, Monteiasi, Pulsano, Roccaforzata, San Giorgio Ionico.

Questi Comuni non avrebbero attinto alle risorse (23 milioni di euro) messe a disposizione dalla Regione nel 2010 per stimolare la raccolta differenziata nei rispettivi territori e quindi resterebbero fermi al di sotto del 15%. Ebbene sfogliando nel sito che la stessa Regione Puglia redige nelle pagine dell’Assessorato all’Ecologia, si nota che tra i Comuni commissariati Leporano e Monteiasi risultano aver raggiunto una percentuale superiore al 15%. Leporano è al 16,370% e Monteiasi al 17,907%. Entrambi dell’Ato 3. Dati che i sindaci hanno immediatamente consultato alla notizia del commissariamento per il quale, però, ancora non hanno ricevuto alcuna notifica. Sbigottito il sindaco di Leporano, Domenico Pavone dichiara: “Non riesco a capire quale sia stato il metro di valutazione usato anche perchè noi abbiamo attinto a quei fondi di cui parla l’assessore per bandire la gara d’appalto per l’isola ecologica ed ho in piedi anche la gara per la raccolta differenziata spinta. E’ un mistero che non riesco a spiegarmi. Ma andrò a fondo per capire quello che è successo”. Altrettanto meravigliato è il sindaco di Monteiasi che subito si è attivato per cercare di verificare i dati della raccolta differenziata sul suo territorio: “Sto provando a contattare l’assessorato regionale per chiedere chiarimenti perchè da quello che risulta la percentuale è superiore al 15%”. Dai dati del sito regionale risultano, invece, non aver varcato quella soglia altri Comuni dell’arco ionico come Avetrana, Laterza, Maruggio, Palagianello, San Marzano e Torricella. Che, però, non risultano nell’elenco dei commissariati. Perchè? Hanno, forse, usufruito dei fondi regionali? Medaglia di merito invece per i territori di Monteparano (col record del 73%), Massafra, Grottaglie, Lizzano, Statte, Manduria, Sava, Mottola e Faggiano dove le comunità hanno risposto all’appello e la raccolta differenziata è già un sistema collaudato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche