22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Provincia

Caro sindaco, ecco cosa fare


MARTINA F. – Più verde e parcheggi, ma soprattutto più opportunità per le aziende e le famiglie. Si sintetizza così il vademecum per il buon sindaco che il gruppo d’azione denominato “Cantiere Paolo Grassi” ha inteso redigere per indicare ai candidati sindaci che si sfideranno il 6 e 7 maggio prossimi quello che può servire per migliorare la vivibilità a Martina Franca. Il Cantiere nasce come luogo di partecipazione che un gruppo di persone ha voluto istituire ispirandosi al riformismo sociale e liberale ed all’impegno civile e morale di Paolo Grassi.

In un’assemblea tenutasi il 22 marzo scorso, il cantiere ha redatto quelle che definisce “le indicazioni programmatiche”. Eccone alcune. Si parte dal piano di insediamenti produttivi (Pip) sulla via Mottola che andrebbe potenziato anche attraverso una via di collegamento con Mottola. Lo sguardo passa poi sul centro storico che andrebbe “riqualificato con interventi di adeguamento di piani di servizi, delle facciate e delle insegne”. Ma anche i quartieri (Carmine, Peep, via Mottola e Don Bosco) necessitano di specifici interventi, dal verde ai parcheggi, ma anche dell’istituzione del vigile di quartiere e di strutture di assistenza medica di quartiere. Sul fronte sanitario chiedono il potenziamento del polo ospedaliero con ampliamenti dei reparti. Ancora ritengono prioritari la redazione del Pug e l’adozione del Piano Casa; la realizzazione dell’anfiteatro comunale “Teatro della Valle”; la riqualificazione del centro servizi di piazza D’Angiò; il potenziamento del polo agro-zootecnico Ortolini con un centro dedicato principalmente alle specie autoctone (asino di Martina e cavallo murgese).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche