x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 00:12:00

Provincia di Taranto

“Al Comune di Carosino più attenzione alle feste che alle tasse”

E’ rivolta dopo l’approvazione del regolamento Iuc


CAROSINO – E’ rivolta dopo l’approvazione del regolamento Iuc che include la nuova tassazione in fatto di Tasi e Tari.

Il consiglio comunale celebrato martedì ha visto l’opposizione agguerrita di fronte alla decisione di imporre l’aliquota del 2,3 per mille sulla prima casa.

Rita Greco, del capogruppo de “Il paese che vogliamo” è fortemente critica nei confronti dell’amministrazione del sindaco Sapio “per l’approssimazione con la quale si è proceduto all’imposizione di questa nuova pressione fiscale”.

E’ da febbraio che in pratica si sapeva dell’arrivo di Tasi e Tari “ma mai si è discusso espressamente in merito” osserva la consigliera. Anche la commissione Bilancio del Comune pare abbia appreso delle scelte fiscali solo 24 ore prima del consiglio senza concedere, quindi, ai componenti la possibilità di valutare eventuali emendamenti.

“Quel che devo quindi osservare – commenta Rita Greco – è che in Comune si pensa più agli eventi mondani che ai problemi della gente. Si è discusso di sagra del vino in tante occasioni e mai sulla nuova tassazione”.

“E’ vero che la tassazione è stata imposta dal governo centrale – conclude –  ma la capacità di un amministratore sta nell’esplorare le tattiche utili a rendere meno gravosa per i cittadini la pressione fiscale”.

La contestazione da parte dell’opposizione riguarda, inoltre, la destinazione delle somme per i cosiddetti servizi indivisibili. “Solo in maniera generica sono state indicate la tutela del patrimonio e la tenuta della polizia municipale -chiosa il capogruppo de Il paese che vogliamo – ma andremo a fondo su questa storia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche