23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 07:08:31

Provincia

Chiarelli: Ecco perchè e come guiderò il Pdl


MARTINA F. – Un Pdl destinato a cambiare subito dopo le elezioni. La volontà da parte dei vertici c’è. Sarà il consigliere regionale e vice coordinatore regionale del Pdl, Gianfranco Chiarelli a guidare il partito dopo il voto. L’annuncio di voler lasciare le redini del Pdl da parte del senatore Lino Nessa non lascia dubbi. E’ lo stesso parlamentare a “incaricare” del ruolo Chiarelli. Consigliere, una bella responsabilità ricostruire il partito. Come ha accolto la notizia che Nessa lascia, dopo le elezioni? “E’ un atto di grande serietà da parte del senatore quella di voler lasciare subito dopo il voto perchè si farà carico di tutti gli adempimenti che occorrono per questa fase.

Ringrazio per il senso di amicizia e di affetto che ha voluto riconoscermi. Subito dopo inizierò a fare un lavoro di allargamento e ricucitura”. Per lei questo incarico cosa significa? “E’ una responsabilità che si aggiunge al ruolo di consigliere regionale e di vice coordinatore che per una città come Martina Franca, grande ed in cui il Pdl è uno dei partiti più importanti, è chiaro che mi gratifica e mi da la forza per andare avanti”. Ha già un progetto per il post-elezioni? “Adesso siamo presi dalla campagna elettorale, mi auguro che martedì si depositino le liste e che, alla luce di questi nuovi avvenimenti, ci siano avvicinamenti da parte di chi è a favore della libertà. Un valore di cui siamo i veri portavoce. Poi, con tutte le componenti del partito, ci sarà un lavoro di condivisione”. Assistiamo ad un’emoraggia di iscritti che hanno deciso di lasciare il Pdl, candidandosi altrove. Che ne pensa? “Chi, a mio parere, ha sbagliato ha fatto questo percorso e portato fuori una battaglia che doveva essere interna al partito. Andavano tralasciate beghe o altro, se davvero si crede nei valori del Popolo delle libertà. Secondo me c’è stato un errore di valutazione. Chi ha abbandonato il partito avrebbe dovuto attendere perchè l’evoluzione sta avvenendo. D’altronde, in politica i tempi non sono mai semplici”.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche