05 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Agosto 2021 alle 04:52:00

Provincia di Taranto

Manifesti selvaggi, niente multe


MARTINA F. – Mentre a Taranto i vigili urbani affilano le armi contro l’affissione selvaggia dei manifesti elettorali, in valle d’Itria le multe non fioccheranno, almeno non per tutti. Il problema è atavico: la squadra del comando di Polizia Municipale è ridotta all’osso. Una ventina di vigili urbani ed una sola pattuglia che chiaramente viene smistata per le emergenze (incidenti ed altro) non riescono a monitorare il vasto territorio martinese. Ieri ad esempio l’unica pattuglia in servizio era impegnata davanti al cimitero per regolamentare il traffico domenicale.

Quindi, campo libero, per gli attacchini che, come spesso avviene, usano anche alberi, pali della luce, insegne e chi più ne ha più ne metta per appiccicare “i faccioni” dei candidati che quest’anno sono davvero tanti. Facendo un po di calcoli: sei candidati sindaco (Michele Marraffa, Franco Ancona, Cassano, Michele Muschio Schiavone, Raffaella Spina e da ultimo Franco Mariella) che portano un corteo di una quindicina di liste con un esercito di oltre 350 candidati. Numeri da record per la città che vede già gli irregolari sguazzare. I primi manifesti sono già apparsi e non tutti sono affissi negli spazi concessi. Ma dal comando di PM non sanno come fare. Dalla graduatoria per le nuove assunzioni ancora non si attinge. “Si aspetta di sbloccare i fondi del bilancio” commentano. E se già la situazione è fuori controllo figuriamoci cosa accadrà da domani, quando le liste saranno presentate e quindi i candidati verranno ufficializzati. Fino alla tarda mattinata di oggi nessuno ancora aveva registrato i 24 nomi da presentare per ogni lista. I partiti ed i politici attenderanno probabilmente domani (entro le ore 12) per presentare le liste. Le voci parlano di ritocchi e di qualcuno ancora in affanno per reclutare i candidati al consiglio comunale.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche