13 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 08:02:35

Provincia

Caos trasporti a Leporano. Salta anche lo scuolabus

Dopo la mancata convenzione con l’Amat per i più grandi anche i piccoli restano senza il servizio scolastico


LEPORANO – Il trasporto pubblico in paese fa acqua da tutte le parti.

Oltre al mancato rinnovo della convenzione con l’Amat per gli studenti che devono raggiungere le scuole del capoluogo ionico, anche i più piccoli restano a terra.

A quanto pare, infatti, da quando è cominciato il nuovo anno scolastico anche lo scuolabus non è ancora partito. A sollevare il problema sono i giovani di Forza Italia.

“Quello appena cominciato – dicono i giovani azzurri – è il primo anno in cui il servizio dei pullman per i bambini è venuto a mancare. Disagio non di poco conto per le famiglie che hanno trovato questa sorpresa ad attenderli al rientro delle vacanze”.

“Il commissariamento del Comune fa sentire il suo peso – dice Alessandra De Milito, giovane mamma ed esponente di Forza Italia giovani. Ogni mattina è un salto mortale per portare il bambino a scuola. Genitori come me mi palesano quotidianamente il proprio malessere”. 

“Tagliare e risparmiare va fatto con criterio – concludono i giovani forzisti – e non lasciando appiedati i nostri piccoli compaesani in età compresa tra 5 e 13 anni”.

La mobilitazione è generale. Nei giorni scorsi anche i genitori dei più grandi, che fino allo scorso anno hanno potuto fruire di agevolazioni che dimezzavano il costo degli abbonamenti Amat, hanno voluto incontrare il commissario prefettizio Maria Luisa Ruocco dalla quale hanno ricevuto rassicurazione sulla ricerca di risorse per cercare di rinnovare la convenzione con l’azienda di trasporto tarantina. Una mobilitazione partita un mese fa da parte dei genitori e degli studenti che per primi hanno protocollato la richiesta al commissario. Ma ora si prospetta una nuova istanza da parte dei genitori dei bimbi delle scuole dell’infanzia e materna. Basteranno i fondi a disposizione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche