Provincia

“Quell’antenna fa troppo rumore”

Alimentata da un gruppo elettrogeno e posizionata su un carrello gommato fa trascorrere notti insonni ai residenti di contrada Monache


LIZZANO – Questa volta a preoccupare non sono le onde elettromagnetiche, ma il rumore.

In contrada “Monache”,  a circa 300 metri dalle località balneari di “Trullo di Mare e Le Conche”, da un mese circa è sputata un’antenna di telefonia mobilite alimentata da un gruppo elettrogeno e posizionata su un carrello gommato fissato con alcuni blocchi di pietra.

A quanto pare da quel sito si sta sprigionando un rumore che fa trascorrere notti insonni ai residenti della zona.

“A seguito di insistenti segnalazioni – racconta l’ambientalista Mimmo Carrieri – mi sono recato sul posto dove mi è stato possibile constatare la presenza del carro mobile gommato, e quindi a giusta ragione, ho raccolto la rabbia di alcuni nuclei famigiari che si lamentano del continuo rumore provocato da quel gruppo elettrogeno che alimenta l’antenna 24 ore su 24”.

Questa volta dunque sott’accusa non finisce l’antenna ma il gruppo elettrogeno troppo rumosoro che, se continuerà a funzionare in quella maniera, triplicherà le proteste quando la zona, la prossima estate, sarà nuovamente popolata dai bagnanti.

Carrieri si rivolgerà all’Arpa che sollecitare un sopralluogo che verifichi l’esistenza dell’inquinamento acustico ed al sindaco chiede un celere intervento che renda più silenziosa e tranquilla la zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche