28 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Luglio 2021 alle 02:40:00

Provincia di Taranto

“Grottaglie ancora nel degrado”

Il parcheggio di via Martiri d’Ungheria e la ex scuola materna Pellari luoghi simbolo dell’incuria: Gianfreda (Forza Italia) contro Alabrese


GROTTAGLIE – Il parcheggio di via Martiri d’Ungheria, fortemente degradato, e la ex scuola materna Pellari, in completo abbandono: Ciro Gianfreda, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, porta in primo piano due situazioni di degrado a Grottaglie.

“In questi giorni i cittadini di Grottaglie si stanno chiedendo perchè pagare la Tasi (tassa sui servizi indivisibili) al  2,5 per mille sulla prime case che è il massimo consentito, mentre sulle seconde case a 1,2 per mille che – sommate al 9,4 per mille dell’Imu – porta al massimo previsto dalla legge nazionale, il 10,6 per mille” dice l’esponente del centrodestra”. “Se anche volessimo tenere la tassazione così elevata, il cittadino grottagliese si chiede perché dobbiamo avere delle opere pubbliche così fatiscenti, degradate e in completo abbandono.

Basta uscire dall’ufficio postale di via Martiri d’Ungheria dove il cittadino, arrabbiatissimo, si reca per pagare le tasse e a poche decine di metri dall’ufficio del sindaco Alabrese troviamo due delle tante opere pubbliche che dire in cattivo stato è un eufemismo. La prima è il parcheggio, con la sottostante Depositeria Comunale in completo stato di degrado. L’altra, anch’essa a pochi metri dall’Ufficio Postale, e a meno di 350 metri dalla sede comunale, su via Oberdan, è la ex scuola materna Pellari completamente abbandonata e saccheggiata da vandali e ladri, che hanno portato via di tutto”. Gianfreda parla di “vera e propria incapacità amministrativa a gestire il nostro patrimonio pubblico. Il sindaco Alabrese e la sua giunta sa solo tartassare i cittadini grottagliesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche