22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Provincia

Parcheggi, dubbi sulla delibera


GROTTAGLIE – La delibera di giunta del 12 maggio 2011 finisce sott’accusa. Il consigliere comunale del gruppo Grottaglie prima di Tutto, Michele Santoro (nella foto) è il firmatario di una interrogazione con la quale mette in dubbio la regolarità dell’affidamento, in proroga, del servizio di gestione delle aree di sosta. “Con delibera di giunta del 15 marzo 2007 – scrive Santoro – veniva affidata alla coperativa sociale Futura Dast onlus la gestione di alcune aree di sosta in Grottaglie.

Il detto affidamento veniva effettuato senza l’indizione di una gara d’appalto. Inoltre, in favore della Dast veniva elargito un contributo di 3.000 euro senza un’adeguata motivazione. La giunta, infatti, si è limitata a giustificare la detta dazione di denaro come contributo al fine di sostenere le spese che avrebbe sopportato la stessa cooperativa per organizzare il servizio”. A maggio, poi, la giunta approva la proroga del servizio. “Prevedendo – scrive ancora Santoro nell’interrogazione – un contributo di 1.000 euro. Anche in questo caso con una motivazione discutibile”. “Le due delibere – sottolinea il consigliere – portano la firma dell’allora assessore al ramo, Luciano Santoro”. Ma la delibera incriminata cade proprio in occasione delle elezioni comunali. Ed è qui che Santoro lancia sospetti. “Un socio fondatore della cooperativa – scrive – partecipava attivamente come candidato consigliere comunale nelle liste del Pd”. Che motivo c’era, domanda, di emanare con urgenza quella delibera in piena campagna elettorale? E soprattutto “quali motivi hanno spinto la giunta a prevedere contributi solo nei confronti di questa cooperativa e non anche in favore delle altre che operano sul nostro territorio?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche