Provincia

Dal mercato: “Qui rischiamo di chiudere”


GROTTAGLIE – Ci sono almeno una cinquantina di famiglie che rischiano di rimanere senza lavoro. La protesta dei commercianti dei mercati di via delle Torri e di via Campitelli si allarga anche ai negozianti della città che insieme ai primi reclamano il rispetto delle regole. “Il nostro primo problema – ci racconta il signor Giuseppe – sono gli ambulanti che, a dispetto del regolamento comunale, stazionano abitualmente davanti alle strutture mercatali ed in punti strategici della città. Dovrebbero, invece, spostarsi ogni ora di almeno 500 metri.

Con questo modo di agire ci penalizzano e qui noi rischiano di chiudere mandando a casa anche decine di dipendenti”. E’ il settore ortofrutticolo quello più penalizzato, ma in giro si sono visti ambulanti che vendono anche mozzarelle e pane. “In spregio dell’igiene” insiste Giuseppe che insieme agli altri commercianti invita il Comune a far rispettare il regolamento che “seppure vecchio, perchè risalente a venti anni fa, resta comunque valido”. La proposta era già stata lanciata all’assessore Diligente. “La nostra idea – insiste Giuseppe – era quella di invitare gli ambulanti in regola a prendere posto negli spazi liberi del mercato di via delle Torri”. I controlli vengono eseguiti “ma in maniera sporadica, tant’e che il problema è ancora tutto da risolvere”. In tutto sono una ventina gli ambulanti in giro per la città. “Ci tolgono clienti e noi rischiamo di chiudere” dicono i commercianti dei mercati che oltre alla serrata annunciano la protesta ad oltranza. “Se dal Comune non riceveremo presto delle risposte concrete siamo pronti a scendere in strada e ad occupare piazze ed aree alla stregua dell’ambulantato barbaro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche