Provincia

Prova d’impegno. In piazza per varare il Prg


MARTINA F. – Un patto tra i candidati sindaco per garantire l’approvazione del Piano regolatore generale entro 18 mesi dall’esito elettorale. E’ l’iniziativa lanciata dal partito italiano dei consumatori che in questa tornata elettorale si propone agli elettori insieme ad Io Sud. L’idea era già stata lanciata agli sfidanti candidati sindaco, ma lunedì sera ci sarà il banco di prova.

In piazza Maria Immacolata, il presidente del PidC, Rocco Monaco invita i sei candidati sindaco (Michele Marraffa, Franco Ancona, Leo Cassano, Franco Mariella, Michele Muschio Schiavone e Raffaella Spina) a presentarsi per sottoscrivere l’impegno, in caso di vittoria di ognuno, a far approvare dalla futura amministrazione comunale il piano regolatore entro 18 mesi dall’insediamento a Palazzo Ducale. “Le confortanti dichiarazioni rese finora dai candidati in merito alla trasparenza degli atti e soprattutto alla volontà di considerare il Prg una priorità – osserva Monaco – ci fanno pensare che lunedì in piazza sarà scritta una pagina importante della politica martinese. Ma voglio proprio vedere chi si presenterà e sottoscriverà il documento che abbiamo proposto, perchè le ultime dichiarazioni rese da qualche candidato sindaco che in prima battuta si era detto favorevole al patto, ci fanno dubitare. Tutti finora hanno parlato dalle passerelle televisive e in piazza del piano regolatore. Ora serve la prova concreta del loro impegno. E’ questo che chiederemo lunedì quando, in piazza, ci saranno decine di testimoni”. L’appuntamento è per le ore 19. Il Prg è certamente uno dei punti salienti, insieme all’appalto per il servizio rifiuri, dei programmi elettorali dei candidati sindaco e, fermo da un ventennio, sta alimentando le polemiche degli edili e di quanti si sono visti bloccare le pratiche agli uffici. E’ sicuramente un cavallo di battaglia che i candidati sindaco non intenderanno farsi sfuggire perche è lo strumento con cui potranno disegnare lo sviluppo ed il futuro della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche