x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 00:12:00

Provincia di Taranto

“Incubatore” Cisi. Canoni d’affitto agevolati

Locazione dei capannoni: il Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale si fa carico dei minori introiti


Incontro tra gli insediati e il presidente del Consorzio Asi Taranto, Costanzo Carrieri, presso l’incubatore di impresa Cisi,  nel corso del quale il presidente Carrieri  ha presentato alle imprese già insediate e a quelle interessate ad insediarsi i nuovi canoni  di locazione 2014.

Titolari e delegati delle aziende sono stati accolti da Costanzo Carrieri che ha sottolineato come  il consiglio di amministrazione del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Taranto abbia proceduto ad una riduzione dei canoni di locazione, facendosi carico di un minor introito economico. Si è voluto in tal modo prestare attenzione alle esigenze delle aziende, interpretando un momento di difficoltà in cui le opportunità di risparmio connesse al processo produttivo possono rappresentare quell’ancora di salvezza necessaria per continuare ad operare   realizzando profitti piuttosto che perdite.  L’ulteriore riduzione del canone, che fa seguito  a quella già operata  in precedenza, rispetto ai canoni contrattuali, riduce oggi la percentuale, a seconda delle metrature fino al 35%. Pertanto i capannoni di mq 500 avranno un costo mensile di 1500 euro,  quelli da 250 mq scenderanno a 875,00 euro mensili, i locali da 125  a 437,50 , mentre i moduli higt tech da 75 mq a 281,25 al mese.

Variazioni sensibili, se si pensa che i capannoni disponibili nell’area Cisi, di metrature variabili appunto dai 125 ai 500 mq  e i moduli high tech, da 55 e 75mq,  sono inseriti in un complesso che anche dal punto di vista della sicurezza presenta notevoli vantaggi, come il servizio di guardiania h24.

Presenti all’incontro diverse insediate, tra cui Imts SrL, Centro Servizi Qualità SrL, S.E.S.A SrL, Newtech SrL, John Crane Italia SpA, Stile Acciaio, Jonica Pezzami, Esseico, che sono intervenute  dichiarandosi soddisfatte dell’iniziativa, come la responsabile della Tema Safety Enginering, Caterina La Neve, azienda che si occupa di formazione marittima militare e industriale, che ha commentato come sia importante per una azienda proiettata in avanti, non sentirsi soli, ma inseriti in un contesto in cui vi siano risposte concrete a  esigenze concrete.

Dello stesso parere Angelica Murari della S.E.S.A Srl,  azienda che si occupa di termocoppie, cioè termometri che misurano le alte temperature e di impianti CO2, che evidenzia come essere parte di un sistema sia oggi importante.  “In particolare – sottolinea la Murari- anche la possibilità di poter accedere a finanziamenti agevolati, come è accaduto per noi insediate con il Punto Rete Invitalia messo a punto dall’Asi, ha significato per noi l’opportunità di essere seguiti in un percorso che spesso presenta difficoltà, non solo burocratiche ma alcune volte anche di semplice interpretazione dei documenti richiesti per poter accedere a finanziamenti e altro”.

Soddisfazione anche per chi si occupa di altri settori, come la Decaf, che tratta commercio all’ingrosso prodotti dolciari e assistenza alle vendite per i canali Horeca: “tale riduzione messa a punto dal Cisi – sottolinea Giovanni Caffio –  rappresenta un mezzo per  consentire in un momento di difficoltà come questo di stare sul mercato, applicando di conseguenza una correzione dei prezzi o investendo in attrezzature e personale”.

A proposito di finanziamenti agevolati, attraverso il Consorzio Asi, con il bando per la concessione di agevolazioni alle imprese insediate o da insediare presso gli incubatori della Rete Invitalia  sono state incluse in graduatoria  tre nuove aziende innovative, che lì dove finanziate entreranno a far parte dell’incubatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche