22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 20:15:26

Provincia

Differenziata, adesso è scontro a San Giorgio Jonico

Raccolta dei rifiuti, aspro botta e risposta tra l’amministrazione guidata da Giorgio Grimaldi e Forza Italia all’opposizione


SAN GIORGIO – “Nonostante le iniziali difficoltà è incoraggiante il dato per la raccolta differenziata nel Comune di San Giorgio Jonico nel mese di ottobre 2014. L a raccolta differenziata partita il 17 ottobre ha raggiunto il 32,32% . Trattandosi di mezzo mese il dato è sicuramente importante”. Così il sindaco, Giorgio Grimaldi. “La stragrande maggioranza dei cittadini di San Giorgio sta partecipando con grande senso di responsabilità. Soltanto una minoranza di incivili non la sta facendo e non si capisce per quale ragione visto che ci vuole soltanto un po’ di buona volontà, i vigili urbani hanno già comminato diverse multe e non penso che pagare 150 euro conviene”.

La replica viene da Forza Italia, “l’unico partito nel panorama politico cittadino ad aver, sin dal primo momento, puntato il dito contro la carenza di informazione e l’inefficienza di un servizio che, ad un mese dall’avvio, attraversa ancora gravi difficoltà. Ai noti disservizi legati anche al ritiro una sola volta a settimana dell’indifferenziato, si aggiunge la beffa per i cittadini di dover pagare a caro prezzo le buste fornite dal Comune. A tal proposito riteniamo soluzione di maggiore efficienza la distribuzione di ulteriori pattumelle colorate per la raccolta di carta e plastica che eliminino il desolante spettacolo delle buste accatastate a bordo strada, con un evidente ritorno in termini di decoro urbano e di risparmio per i cittadini”.

“Nessun riscontro” continuano da Forza Italia “si è avuto alla nostra proposta di installare nelle vie cittadine le ecostazioni che pure, come logica vorrebbe, avrebbero dovuto anticipare l’eliminazione totale dei cassonetti dell’indifferenziata. Per non parlare della zona industriale, laddove ancora permangono i vecchi cassonetti e la raccolta differenziata non è di fatto iniziata!

Ma nulla pare scalfire la protervia dell’amministrazione comunale che, dopo i molteplici rinvii iniziali della raccolta porta a porta, manifesta oggi un’incredibile incoerenza di giudizio nel sostenere dapprima che tutto procede per il meglio, salvo poi confessare che più di qualcosa sia in effetti migliorabile (bontà loro), per poi giungere ad addossare ogni responsabilità sull’inciviltà di taluni cittadini. Una totale carenza di servizio tanto evidente da vedere gli stessi cittadini organizzarsi autonomamente per pulire le vie del paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche