Provincia

Manifesti, sono dappertutto


MARTINA F. – Non solo sulle pareti, ma anche sui pali della pubblica illuminazione, nelle auto, sugli alberi. La campagna affissioni selvagge resta un tormentone per la città. Le strade vengono invase dai volantini e non siamo ancora alle ultime battute, quando notoriamente centinaia di volantini ed i cosiddetti “santini” vengono lanciati dai finestrini delle auto per la campagna elettorale. Un fenomeno atavico che la Polizia Municipale sta cercando di debellare facendo coprire i manifesti abusivi. E sono già diverse decine quelli “beccati”.

“Il servizio di deafissione – racconta il capitano Convertini – viene svolto regolarmente e stiamo cercando di controllare tutto il territorio. Abbiamo già provveduto a cancellare quei manifesti affissi neglii spazi non previsti. Ma, la legge ci consente di multare solo chi viene beccato sul fatto”. Purtroppo le difficoltà di monitorare tutto il territorio per i vigili urbani non sono ancora state superate. I nuovi vigili ancora non sono stati arruolati dalla fatidica graduatoria e la carenza di organico non sempre consente di controllare il vasto territorio cittadino. Ed ecco che nottetempo i manifesti abusivi spuntano come funghi. Sono dappertutto. E neppure gli appelli a consevare il decoro della città della valle d’Itria sono bastati. Si era partiti con un’iniziativa popolare “non ti voto” che annunciava aia futuri candidati il non voto se avessero affisso manifesti fuori dagli spazi consentiti. Si è passati dagli avvisi del Comune a rispettare le regole. Oggi si passa alle maniere forti. A cercare di correre ai ripari è direttamente il commissario straordinario Sandro Calvosa che, d’intesa col segretario generale, ha posto la questione all’attenzione del questore informando, per conoscenza, anche la Procura della Repubblica “a seguito delle segnalazioni di gravi situazioni riguardanti lo svolgimento della propaganda elettorale in corso” scrivono dal Comune. Insomma si entra nel vivo della campagna elettorale e la situazione diventa sempre più incandescente. Oltre al dibattito prettamente politico che caratterizza ogni campagna elettorale a Martina si alimenta la polemica sulle modalità di propaganda. Anche su facebook si lanciano appelli. C’è chi denota la sporcizia delle vie del centro storico causata, appunto, dai volantini lasciati per strada e chi, come Cesario Manni di Vox Popoli, pubblica la foto sopra domandando: “E’ regolare? Il codice della strada proibisce la limitazione della visuale per questioni di sicurezza”. C’è chi invece chiede la pubblicazione dei nomi di chi è stato multato per affissione abusiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche