18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Provincia

Il risparmio comincia a scuola


GROTTAGLIE – Il Comune abbatte i costi per i consumi di energia nelle scuole. Nell’ambito del programma il “sole a scuola” del Ministero dell’Ambiente, su proposta dell’Assessore all’Ambiente, Giammarco Lupo, la Giunta Comunale ha candidato tre progetti per la costruzione di tre tetti fotovoltaici sulle scuole elementari “Don Milani”, “Don Bosco” e per la scuola media “Don Luigi Sturzo”. “Il sole a scuola” finanzierà il 100% del costo di impianti fotovoltaici posti sugli edifici scolastici comunali.

“Il progetto – afferma l’assessore Lupo – ha anche una valenza culturale prevedendo l’avvio di un’attività didattica volta alla realizzazione di analisi energetiche e di interventi di razionalizzazione e risparmio energetico negli edifici scolastici, tramite il coinvolgimento degli studenti”. Le scuole, infatti, sono parte attiva del progetto. Si impegnano ad educare gli utilizzatori dell’edificio all’uso parsimonioso delle risorse grazie all’apporto del personale docente e non docente sia con lezioni e gruppi di lavoro, sia con altre attività. A tale proposito sarà formato un gruppo di lavoro scolastico con i coinvolgimento degli studenti, del personale non docente, dei docenti e dei genitori. Alcuni esempi di risparmio energetico che saranno adottati sono: la diminuzione dei punti luce esistenti; la sostituzione di lampade con dispositivi a risparmio energetico; l’eliminazione di apparecchi elettrici con modalità di funzionamento in stand-by; la limitazione delle perdite di calore derivanti dal riscaldamento. “Siamo convinti – sottolinea il sindaco Ciro Alabrese – che la formazione dei giovanissimi, in collaborazione con famiglie, docenti ed istituti scolastici, sia un passo propedeutico ed essenziale al fine di vedere rispettato domani l’ambiente che ci circonda. Coniugare ciò con corrette gestioni e ammodernamenti degli edifici, volte al risparmio energetico, rappresenta un ulteriore passo in avanti che vogliamo promuovere e sostenere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche